Diario Scomodo

Strage di anziani al Pio Albergo Trivulzio dove 28 anni fa nasceva tangentopoli e moriva la prima repubblica

C’è chi definisce il nostro sistema demofregatura perché, nonostante la libertà di espressione e la tutela dei diritti, la democrazia è piena di difetti. Finora – diceva Sandro Pertini – non ne abbiamo trovato uno migliore. Accontentiamoci di questo. L’alternativa è la dittatura, che, non sarebbe male, dato che i ponti non crollano e le case sono solide. Solo che la giustizia dipende dalle opinioni di chi è al potere e spesso si nasconde pure la verità perché tutto deve apparire perfetto. Come in Cina che si negava il Coronavirus e nella casa di riposo dove gli ospiti morivano senza cure adeguate.

Solo col senso di responsabilità e rispettando la quarantena si può arginare il contagio

È una guerra. Non sottovalutiamo la pandemia. La differenza è che dobbiamo ripararci dal virus anziché dalle bombe, non dalle multe. I decessi sono un segno del pericolo che tutti corriamo. Perlopiù uomini anziani e poche donne. Si deve aver paura. Minimizzare è stupido. In questi momenti passano in secondo piano gli svaghi, la produttività e il denaro. Se non sai leggere, guarda la TV. Chi sopravvivrà si divertirà a fare soldi tra qualche mese. Per ora osserviamo il coprifuoco e pensiamo a salvarci. Gli idioti ci scherzano, gli sciacalli ci speculano, proprio come in tempo di guerra.

Nel prossimo decreto ci saranno pene più gravi ma non pecuniarie né detentive

Le autorità hanno purtroppo constatato che le infrazioni al divieto di lasciare la propria abitazione e all’obbligo di stare in quarantena sono in aumento esponenziale. Gli idioti infatti non temono né il contagio né, meno ancora, le sanzioni, che, essendo ormai in numero eccessivo, non potranno neppure essere notificate né eseguite. Certificazioni e altre norme burocratiche sono inutili. Ecco perché è allo studio del consiglio dei ministri un provvedimento più convincente, che sarà immediatamente esecutivo. Anche nell’interesse dei contravventori la polizia procederà a pedate nel culo.

Ci fu un tempo in cui ci si stupiva che Moggi e Mario Chiesa non fossero anche loro in parlamento

Quest’Italia senza memoria si sorprende che il giovane Ministro degli Esteri vada a ricevere a Fiumicino le mascherine provenienti dalla Cina – se no, che fa tutta la giornata alla Farnesina? – e che quello della Giustizia non si preoccupi del contagio nelle carceri. Abbiamo già dimenticato che sono stati eletti perché non se ne poteva più dei mascalzoni che infestavano Camera e Senato. Molti furono espulsi per indegnità. Oggi ci sono ragazzi che mancano di esperienza ma non sono più ignoranti e inefficienti dei loro predecessori. Almeno non si stanno arricchendo come si usava prima

Solo Macron ha capito che è risorto l’ancestrale Uber Alles, e che distruggere l’Europa non è la soluzione

Ancora la Germania, come nel 1914 e nel 1939. Come sempre nella Storia. Sono sconfitti ma poi risorgono. Con l’aiuto dell’Europa e solidarietà dei cittadini, equipararono il marco dei territori occupati dai sovietici a quello buono. Sono certamente i migliori perché ubbidiscono senza discutere né capire. Ma hanno l’istinto di aggredire gli altri. Tempo fa con le armi, oggi con l’economia, mentre in sottofondo si sentono i soliti rumori eversivi. Orban & C. sono in gran ritardo politico, come pure l’Olanda. Senza rendersene conto fanno il gioco tedesco. A noi basta litigare tra poveri.

Migliaia di miliardi di dollari sono stati erogati anche agli africani, che, chissà come mai, sono sempre più poveri

Chi  poteva mai prevedere che sarebbero Improvvisamente piovuti dal Cielo tanti miliardi? Alcuni ce li presta l’Europa, molti di più ne garantisce lo stato alle banche che li presteranno alle imprese. Se poi, come il più delle volte accade, non li restituiranno, dovremo pagarli noi. Covid-19 si è rivelato provvidenziale. Peccato che, anche nei momenti tragici che non dovrebbero evocare polemiche ma solidarietà, anziché gioire e festeggiare, i politicanti litigano come in un condominio di borgata. Chissà se almeno una parte di questi quattrini finiranno davvero nelle tasche dei lavoratori.

La Francia di spaccia per la patria della democrazia e dei diritti umani, ma sorge il sospetto che non lo sia

Sono riusciti a farcelo credere. Oggi, grazie al Coronavirus, si scopre la triste verità. Quanti bluff l’epidemia ci farà scoprire. Sembra che a Parigi abbiano trovato il vaccino. Sugli animali funziona bene. Ma non si sa ancora quali effetti abbia sul genere umano, se la protezione totale o il peggioramento. Dopo lunga meditazione, l’équipe di scienziati è stata illuminata. La soluzione è geniale. Vorrebbero provarlo in Africa, dove pare che il popolo sia a metà tra le bestie e l’uomo. Quello contro l’AIDS lo stanno testando sulle prostitute, altra specie per i francesi non proprio umana.

Condividi
Roberto Tumbarello

Roberto Tumbarello, giornalista professionista, laureato in Giurisprudenza, ha tre figli e sei nipoti. Medaglia “pro merito” del Consiglio d’Europa, di cui è stato portavoce in Italia per tanti anni, è esperto in Comunicazione e Diritti umani. È stato redattore e inviato speciale di diversi quotidiani e periodici a vasta tiratura. Ha chiuso la carriera come direttore del “Giornale di Napoli”. Tra le sue ultime pubblicazioni di successo: “Gesù era di destra o di sinistra?” (Sapere 2000, 2009), “Si salvi chi può” (Edizioni Radici, 2012), “O la borsa o la vita” (Armando, 2014), "Viaggio nella vita" (Armando 2017), attualmente in libreria.

Ultimi articoli

Le origini del machismo: tra branding, advertising e molto altro

Il machismo è una delle balle più colossali della storia dell'umanità e ho uno scoop…

20 Maggio 2024

La fine della viralità e la forza delle nicchie

Il LinkedIn Top Post di oggi è di Giampaolo Colletti e ci porta ad una…

20 Maggio 2024

The slight edge

Il dolore del rimpianto è molto più grande di quello della disciplina. The slight edge,…

20 Maggio 2024

Lavorare è collaborare

"Lavorare è collaborare" è il titolo e l'argomento del nuovo libro di Sebastiano Zanolli. Partirei…

20 Maggio 2024

Il potere di adesso

Eckhart Tolle una notte nel mezzo di una depressione e di un periodo difficile comprende…

23 Aprile 2024

Viva la giornata mondiale del libro!

Oggi 23 APRILE si celebra la 𝙂𝙄𝙊𝙍𝙉𝘼𝙏𝘼 𝙈𝙊𝙉𝘿𝙄𝘼𝙇𝙀 𝘿𝙀𝙇 𝙇𝙄𝘽𝙍𝙊 𝙀 𝘿𝙀𝙇 𝘿𝙄𝙍𝙄𝙏𝙏𝙊 𝘿❜𝘼𝙐𝙏𝙊𝙍𝙀 che…

23 Aprile 2024