Diario Scomodo

Abituati a ammirare ciarlatani ora diffidiamo di Greta

È comprensibile che la destra ce l’abbia con la sinistra e i cittadini onesti con i truffatori, ma non che qualcuno possa avercela con Greta. È una ragazza di 17 anni, che ne dimostra 11, ed è pure ammalata. Predica il rispetto  per la natura e la protezione del pianeta. Che male fa? Non istiga a incendiare l’Amazzonia, ma a salvare dal cemento quei pochi luoghi ancora incontaminati. Se c’è qualcuno dietro di lei, come si insinua, è un uomo probo o una lobby stranamente onesta, non certo sfruttatori e palazzinari. Sono in molti a deriderla anziché ammirarla e emularla. Senza vergogna.

Greta Thunberg

La vita è il bene più prezioso, ma non le diamo il valore che merita

Sarà la droga o l’ignoranza, l’incoscienza o un virus che gira per l’aria, oppure il benessere immeritato. Da un po’ di tempo ci crediamo immortali. Una volta c’era l’istinto di conservazione a proteggerci da pericoli mortali. Per esempio, chi non sapeva nuotare non faceva il bagno in mare né al lago o al fiume. Non ci si avvicinava proprio. Oggi è una continua ecatombe. Per di più parapendio, deltaplano, alpinismo d’alta quota, sport estremi sono attrattive irrefrenabili. Per ora l’overdose è il modo più comune per collaudare l’eternità. Ma ne stiamo trovando di più moderni. 

C’è chi non prende sul serio il Calcio e meno ancora l’errore degli arbitri

Perché non gli interessa o snobba lo sport o – com’è accaduto a Firenze – tifa per il Napoli. Ma prima o poi capita a tutti subire l’ingiustizia, persino alla Juve. Come dice saggiamente Montella, prima che ci fosse il Var un errore, anche plateale, era comprensibile. Adesso non più perché il direttore di gara è assistito da colleghi che vedono la scena in TV e può rivederla anche lui. A quella svista immorale, spesso suggerita da presunzione e arroganza, e da un esagerato esercizio del potere, sono legati grossi interessi economici. Spese che gravano anche sulle spalle di chi non è tifoso.

Quando eravamo persone normali, i peccati si tenevano per sé

Non si confidavano nemmeno al migliore amico. I credenti li confessavano al sacerdote perché sapevano di cavarsela, fingendosi pentiti, con qualche preghiera. Altri andavano direttamente dai carabinieri. Oggi c’è Facebook. È lì che ci si rivolge per dibattere i problemi più intimi e anche per mettersi in pace con la coscienza. Quelli che l’amore giustifica qualsiasi comportamento, sono sicuri di trovare comprensione e solidarietà. Dopo avere ucciso un collega di cui era geloso, prima di costituirsi spiega le ragioni sulla piattaforma sociale. Ma come facevamo prima che la inventassero?

Erano  più di cento anni che non si verificava un’evasione col lenzuolo annodato

L’ultima volta se ne servirono Totò e Peppino per scappare dal manicomio. Con i metodi moderni di vigilanza una simile via di fuga non è più verosimile nemmeno al cinema. Però, in Italia accade nella realtà, assieme a tanti altri episodi altrove desueti. È accaduto a Poggioreale, protagonista un polacco di 32 anni, omicida, recidivo della fuga, per di più claudicante. Approfittando della distrazione dei secondini, durante la messa domenicale, si calava dal muro di cinta. È stato catturato mentre passeggiava per Napoli, forse ancora col pigiama a righe come nelle barzellette.

Diffondiamo il concorso “Scriviamo una lettera d’amore”

È un po’ di tempo che non se ne scrivono. Purtroppo la fase più delicata del flirt è ormai superata. Per creare l’intesa basta un’occhiata. Perché imbattersi nei congiuntivi e altre difficoltà? Pero, a Marsala c’è un’Associazione, che da anni tenta di ridare un tocco di romanticismo al rapporto sentimentale – se no, finiremo con l’accoppiarci come gli animali, credendo di far l’amore – ha indetto un concorso nazionale per ricordare come nasceva un idillio. Chissà se per questo la società era migliore. Suggerisco quindi i miei amici di aiutare l’iniziativa trasmettendo l’indirizzo ai propri contatti: nelsegnodelsale@gmail.com Spedire le lettere entro il 10 sett, così il vincitore potrà invitare in crociera la destinataria.

La democrazia più antica del mondo si inceppa per superati limiti di età

Il Premier conservatore vuole uscire dall’Europa senza la ratifica del Parlamento, che boccerebbe il progetto. Per non doverlo consultare, lo chiude per alcune settimane. Che vergogna! L’anziana sovrana, cui servirebbe un tutore, non capisce la gravità del provvedimento e lo approva. Magari le hanno fatto credere che i deputati hanno bisogno di un supplemento di ferie. In Vaticano per evitare errori senili, si va in pensione a 80 anni. Nelle monarchie, invece, si invecchia a oltranza. A una certa età meglio istituire il reggente, come per i minori finché non diventano maggiorenni.

Condividi
Roberto Tumbarello

Roberto Tumbarello, giornalista professionista, laureato in Giurisprudenza, ha tre figli e sei nipoti. Medaglia “pro merito” del Consiglio d’Europa, di cui è stato portavoce in Italia per tanti anni, è esperto in Comunicazione e Diritti umani. È stato redattore e inviato speciale di diversi quotidiani e periodici a vasta tiratura. Ha chiuso la carriera come direttore del “Giornale di Napoli”. Tra le sue ultime pubblicazioni di successo: “Gesù era di destra o di sinistra?” (Sapere 2000, 2009), “Si salvi chi può” (Edizioni Radici, 2012), “O la borsa o la vita” (Armando, 2014), "Viaggio nella vita" (Armando 2017), attualmente in libreria.

Ultimi articoli

Draghi: “Il governo è nato con i 5 Stelle, non si accontenta di un appoggio esterno”

Draghi smorza le polemiche con Conte: «Il governo è nato con i 5 Stelle, non…

1 Luglio 2022

Draghi: davvero ha chiesto a Grillo di rimuovere Conte dalla guida del M5s?

Secondo il Fatto, Draghi avrebbe telefonato a Grillo chiedendogli di rimuovere Conte dalla guida del…

30 Giugno 2022

6 consigli per creare contenuti su LinkedIn (e non solo)

Il LinkedIn Top Post di oggi 29/06/2022 è di Lorenzo Ferrari che, basandosi sulla propria…

29 Giugno 2022

Svezia e Finlandia nella NATO

"La politica delle porte aperte della Nato è un successo, abbiamo mostrato di saper risolvere…

29 Giugno 2022

È arrivato l’anticiclone Caronte

È arrivato l’anticiclone Caronte. Diciannove città italiane sono da bollino rosso. Siccità. Ondate di calore.…

28 Giugno 2022

Cosa posso scrivere su LinkedIn?

Il LinkedIn Top Post di oggi è di Emanuela Spernazzati: "Posso scrivere su LinkedIn del…

27 Giugno 2022