Una giovane ricorda di aver visto Floyd “terrorizzato” e “sofferente”

Una giovane ricorda di aver visto Floyd “terrorizzato” e “sofferente”. Emozionanti testimonianze al processo da giovani testimoni tormentati dall’omicidio. Darnella Fraizer, oggi diciottenne, il cui video dell’omicidio di Floyd è stato visto in tutto il mondo, ha testimoniato ieri al processo a Derek Chauvin, il poliziotto inginocchiato per più di 9 minuti sul collo di Floyd. Mettendosi più volte a piangere, ha raccontato che quello che ha visto le ha cambiato la vita. “Sto a letto sveglia – ha detto – chiedendo scusa a George Floyd per non aver fatto di più, per non essere intervenuta fisicamente per salvargli la vita”. Come è risultato dalle numerose altre testimonianze, quasi tutte di giovani, intervenire fisicamente era reso impossibile dagli altri poliziotti presenti che minacciavano, anche mettendo mano al bastone, chi voleva avvicinarsi. Tutti gridavano di liberare Floyd da quella posizione ma inutilmente. Gli avvocati della difesa adesso sostengono che la polizia si era sentita minacciata da quella piccola folla e quindi confusa sul da farsi per gli interi 9 minuti della scena. Il processo prosegue nei prossimi giorni, con la difesa decisa a sostenere che Floyd non è morto soffocato dal ginocchio del poliziotto, ma per cause naturali dovute anche al suo abuso di droghe. 

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES (TITOLO+COMMENTO) DEL 31/03/2021

PRIMA PAGINA

– Biden vuole che le grandi compagnie sostengano le spese della ricostruzione. Il costo previsto di 2 trilioni richiede 15 anni di tasse più alte. Il Presidente Biden intende far fronte al costo della ricostruzione delle infrastrutture previsto in 2 trilioni di dollari con un sostanziale aumento delle “corporate taxes” (tasse pagate dalle compagnie): dal 21% dei profitti al 28%. Prima dei tagli voluti da Trump, queste tasse erano il 35%.

– I Talebani credono che la guerra sia finita e di averla vinta. Dai discorsi che fanno ai messaggi nel loro website, i Talebani promuovono una chiara idea: abbiamo vinto la guerra. Ma non si tratta solo di propaganda. Il senso della supremazia dei Talebani influenza le risposte del disperato governo di Kabul e degli ansiosi interlocutori stranieri, fra cui, principalissimi, gli USA che hanno firmato un accordo di ritirare tutte le truppe entro il primo maggio, in cambio della promessa dei Talebani di cessare gli attacchi alle forze straniere e di tagliare i legami con le organizzazioni terroristiche internazionali.

– A un importante ospedale, enormi fatture per il covid test. Il Lenox Hill Hospital di Manhattan, uno dei migliori ospedali della città, promuove il suo test per il covid in un grande manifesto all’entrata. Non si parla di costi, ma i pazienti si ritrovano poi con fatture di 3.000 dollari per un test nasale che ovunque o è gratis o costa 135 dollari. L’ospedale lo giustifica con un costo sproporzionato dell’intervento in sè e definendolo una “moderatamente complessa visita al pronto soccorso”. Ci si augura che le autorità sanitarie dello stato intervengano per far cessare quest’abuso.

– Una donna filippina attaccata mentre i passanti non intervengono. Il video di una telecamera di sicurezza era scioccante: un’anziana signora filippina stava camminando per una strada vicino a Times Square quando un uomo improvvisamente la colpiva allo stomaco, lei cadeva a terra e lui continuava a colpirla, gridando insulti fra cui ” tu non sei di qui”. Tre portieri dell’edificio di fronte non sono intervenuti, anzi, quando lei ha tentato di rimettersi in piedi, uno dei tre ha chiuso la porta. L’attacco in sè e l’indifferenza dei presenti dimostra la gravità dell’attuale momento di odio verso gli asiatici. Il sindaco De Blasio ha definito l’attacco “assolutamente disgustoso e oltraggioso” e ha incitato i cittadini a intervenire quando vedono cose del genere. Per il governatore Cuomo è stato “orrendo e ripugnante” e ha ordinato alla polizia statale di collaborare all’indagine. 

PAGINE INTERNE

– Lei è vaccinata, lui no. In case dove alcuni sono vaccinati e altri no, le famiglie bilanciano le colpe e la libertà.

– L’approccio misto. Ricercatori stanno esplorando i possibili benefici di somministrare dosi di due diversi vaccini.

– Le scelte diverse di Biden per posti da giudice. Le prime scelte del Presidente per posti vacanti nei tribunali distrettuali e di appello riflettono la sua promessa di scegliere giudici con meno esperienza giudiziaria.

– Le madri dicono che è loro dovuto un aiuto. Molte madri dicono che il governo le ha abbandonate a se stesse mentre la pandemia le ha caricate di nuovi doveri. Adesso entrambi i partiti le corteggiano.

– Separandosi sul diritto di voto. I democratici hanno bisogno di unità se vogliono far passare una legge centrale nel loro ambizioso progetto legislativo, ma non c’è accordo sulla strategia. 

– I pericoli di navi sempre più grandi. Con la crescita del commercio internazionale, le compagnie dei trasporti vanno aumentando la dimensione della navi porta-containers. Il blocco del canale di Suez ha dimostrato il pericolo posto da navi enormi.   

Condividi
Umberto Bonetti

Umberto Bonetti, nato a Torino nel 1938, laureato in legge e scienze politiche Carriera: RAI di Milano (1962/1967), RAI di Montevideo (Uruguay) (1968/1974), RAI CORPORATION (1974/2000) a New York e Los Angeles. . Dal 2000 in pensione, con vari incarichi di consulenze. Volontariato: Peace Corps in El Salvador, United Nations in Sudan, Unesco in Afghanistan, Unione Europea in Bangladesh. A New York: Metropolitan Museum, Meals on Wheels (distribuzione pasti).

Pubblicato da

Ultimi articoli

Gli eventi culturali estivi nell’alta Tuscia

Due giovani operatori culturali, Vaniel Maestosi e Glauco Almonte, hanno presentato la nuova stagione di…

23 Giugno 2021

Gran polemica per l’intervento del Vaticano sul ddl Zan

Gran polemica per l’intervento del Vaticano sul ddl Zan. Oggi Draghi interverrà in Parlamento. In…

23 Giugno 2021

L’Abruzzo torna alla Niaf. Questa volta di sicuro

Di Dom Serafini La National Italian-American Foundation (Niaf) insiste con l'Abruzzo, che torna ad essere…

23 Giugno 2021

Si vede tutto

Nel recente passato “la morte in diretta” fu la frase ad effetto per descrivere i…

23 Giugno 2021

La Suprema Corte decide che agli atleti delle università non può essere negata la paga

La Suprema Corte decide che agli atleti delle università non può essere negata la paga.  Ammontare…

22 Giugno 2021

Dal Vaticano: “Bloccate la legge Zan”

Il Vaticano ha presentato una «nota verbale» con cui chiede formalmente allo Stato italiano di…

22 Giugno 2021