In evidenza

Rinnoviamo Moondo Animale

Il contesto in cui viviamo ci pone il problema di ripensare il domani: se lo scenario che abbiamo di fronte è quello di una pandemia universale e di conseguenza l’aggravarsi di problemi mai risolti come la fame nel mondo o la povertà, l’unica risposta possibile è quella di un patto, un nuovo patto per sconfiggere il virus ma anche per ricostruire una economia a misura d’uomo e un ambiente amico degli uomini. Un patto di solidarietà.

Oggi più che mai il problema che si pone è l’uomo e il suo sapere, siamo stati inve stiti da una crisi che è prima di tutto culturale. Crediamo  sia arrivato il tempo di riprendere la strada delle idee e della riflessione, e Moondo è lo strumento che ci siamo dati per cercare una risposta. Abbiamo invitato a collaborare quanti condividono questa scelta avendo la certezza che scrivere, riflettere, approfondire vuol dire innanzitutto rinunciare  alla pigrizia intellettuale, consapevoli che “da che mondo è mondo” vince chi è capace di pensare per cambiare. Per quanti ogni giorno fanno questo giornale il primo impegno è quello della riflessione sui mali che abbiamo prodotto nella società e che, come una palla al piede, ci impediscono di costruire un domani diverso, di conquistare nuovi orizzonti. Sulla salute come sul cibo stiamo lavorando per modificare il nostro tradizionale modo di vivere, e così vogliamo operare con le altre rubriche, dal viaggiare all’abitare. Ma oggi vogliamo anche dare voce a chi non ne ha.

I nostri nonni, che hanno taciuto durante le deportazioni dei propri vicini durante il nazismo, sono stati colpevoli quanto o più degli artefici di quei crimini contro l’umanità? Martin Luther King sosteneva che il silenzio dei propri amici fosse peggio delle malefatte dei propri nemici. Certamente non pubblichiamo questo giornale per giudicare loro o altri, ma per riflettere, per cercare di imparare dal passivismo del passato e provare ad essere, nella nostra epoca, dal lato più illuminato della storia che leggeranno i posteri.

Da queste considerazioni è nata la necessità di rinnovare la nostra rubrica sugli animali, che, grazie all’aiuto determinante di Giulia Giontella, spazierà dalla zoomafia agli investimenti in borsa sulle nuove alternative alla carne e sebbene a volte potrà sembrare un pugno allo stomaco, ha il solo scopo di guarirlo da quel dolore che dovrebbe aver risvegliato la nostra coscienza. Perché solo noi possiamo curarlo, così come solo noi possiamo curare la società che ci circonda. Ma per farlo dobbiamo essere informati. È tutto nelle nostre mani. E se è vero che le cose da (smettere di) fare sembreranno così tante da condizionare la nostra vita l’invito è di iniziare a farne anche solo una. Così da provare che la propria rinuncia vale mille volte il risultato di risparmiare vite sull’altro piatto della bilancia. Diceva “Mahatma” Gandhi: “La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali.

Condividi
Giampaolo Sodano

Artigiano, mastro oleario, giornalista e dirigente d’azienda, Giampaolo Sodano è nato a Roma. Prima di vincere nel 1966 un concorso ed entrare in Rai come funzionario programmi svolge una intensa attività pubblicistica come critico letterario e cinematografico. Nel 1971 è giornalista professionista. Nel 1979 è dirigente d’azienda della RAI. Nel 1983 è eletto deputato al Parlamento. Nel 1987 torna all’attività professionale in RAI ed è nominato vice-presidente e amministratore delegato di Sipra e successivamente direttore di Raidue. Nel 1994 è direttore generale di Sacis e l’anno successivo direttore di APC, direzione acquisti, produzioni e coproduzioni della Rai. Nel 1997 si dimette dalla RAI e diventa direttore di Canale5. Una breve esperienza dopo della quale da vita ad una società di consulenza “Comconsulting” con la quale nel 1999 collabora con il fondo B&S Electra per l’acquisizione della società Eagle Pictures spa di cui diventa presidente. Nel 2001 è eletto vicepresidente di ANICA e Presidente dell’Unidim (Unione Distributori). Dal 2008 al 2014 è vicepresidente di “Sitcom Televisione spa”. E’ stato Presidente di IAA. Sezione italiana (International Advertising Association), Presidente di Cartoons on the bay (Festival internazionale dei cartoni animati) e Presidente degli Incontri Internazionali di Cinema di Sorrento. Ha scritto e pubblicato “Le cose possibili” (Sugarco 1982), “Le coccarde verdemare” (Marsilio 1987), “Nascita di Venere” (Liguori editore 1995). Cambia vita e professione, diventa artigiano dell’olio e nel 1999 acquista un vecchio frantoio a Vetralla. Come mastro oleario si impegna nell’attività associativa assumendo l’incarico prima di vicepresidente e poi direttore dell’Associazione Italiana Frantoiani Oleari (AIFO). Con sua moglie Fabrizia ha pubblicato “Pane e olio. guida ai frantoi artigiani” e “Fuga dalla città”.

Pubblicato da
Tag: animali

Ultimi articoli

Meloni, Salvini e Berlusconi riempiono piazza del Popolo

La Meloni, Salvini e Berlusconi riempiono piazza del Popolo, a Roma, per la chiusura della…

23 Settembre 2022

È scattata la fuga dalla Russia

Putin ha annunciato la mobilitazione parziale di 300 mila soldati: «Useremo ogni mezzo per proteggerci.…

22 Settembre 2022

Alla scoperta dell’Italia in auto, gli itinerari in viaggio con la 4 ruote, interessante la scelta del noleggio

Da viversi intensamente in coppia, con amici o famigliari, il viaggio in auto è un’occasione…

21 Settembre 2022

Nel Donbass, a Kherson e Zaporižžja si terranno i referendum per l’annessione alla Russia

Da dopodomani fino al 27 settembre nel Donbass, a Kherson e Zaporižžja si terranno i…

21 Settembre 2022

Sul voto di domenica incombe il ricorso di Marco Cappato

Sul voto di domenica incombe il ricorso di Marco Cappato, che chiede di riammettere la…

20 Settembre 2022

Vogliamo, ma se lo troviamo a meno…

Il LinkedIn Top Post di oggi 19/09/2022 è di Massimo Chiriatti e ci deve far…

19 Settembre 2022