Il Pensiero Libero

Chi di Speranza vive…

Sono convinto della fugacità della vita e della sua conclusione nel nulla e nell’oblio e quindi difficilmente hanno un effetto rigenerante su di me le sottili distinzioni che ho letto sulla stampa tra un’indulgenza plenaria, che sembrerebbe essere stata concessa dal Papa, nella solitudine di piazza San Pietro, e un’indulgenza parziale, suggeritagli, probabilmente, da qualche Cardinale meno generoso.

Sono convinto, passando a cose più terrene, che giovanotti di “brutta speranza” che avrebbero fatto la fame senza la provvidenziale stupidità (invincibile, perché protetta in excelsi se favorita dagli stessi sacerdoti di Dio) di chi li ha votati (o ha costretto gli Italiani a votarli, con un sistema elettorale truffaldino da Repubblica delle Banane) non possano oggi essere, essi, senza alcuna competenza e credibilità, a occuparsi con prospettive di successo della “fame” prossima ventura della maggioranza degli Italiani 

Sono deluso dal fatto che all’inefficienza del potere pubblico, nel gestire l’emergenza si associ un’informazione mass-mediatica, altrettanto sgangherata, nel migliore dei casi  reticente, totalmente falsa, nel peggiore. 

Sono sgomento dalla proliferazione delle fake-news diffuse sui social, in occasione della pandemia da Covid19  circa la nascita e lo sviluppo del virus in laboratorio (cinese, americano, multinazionale).

Nonostante queste premesse, ritengo che il mio pessimismo non debba annullare il mio grido di ribellione e indurmi a tacere.

Anche se il finale della nostra commedia umana è sempre triste e scontato in partenza, non si può accettare, finché si è sulla Terra, di essere governati da una cricca di insipienti, solo perché decenni e decenni di ottuso malgoverno hanno regalato agli Italiani la peggiore classe politica dell’intero Pianeta. Le panzane che i figli di una madre sempre incinta diffondono vanno individuate e contrastate.

La più eclatante per la sua follia mi è sembrata quella del finanziamento della ricerca da parte di un forte gruppo finanziario Occidentale. E ciò, non perché chi detiene il denaro non potesse avere interesse a un crollo della produzione mondiale cui avrebbe fatto certamente seguito la necessità di un finanziamento cospicuo  per la ripresa, ma per il motto oraziano: est modus in rebus

E’ vero, infatti, che il Regno del Dio Denaro è più inattaccabile di quello dei Cieli,  perché i suoi sacerdoti non vestono i paramenti degli sciamani religiosi e non appaiono, benedicenti, in pubblico per farsi individuare,  ma di rivoluzioni cruente e violente il mondo ne ha conosciute tante e dopo tutto gli ambulacri delle Banche e dei Finanzieri  sono ugualmente localizzabili, pur nel sostanziale anonimato dei loro occupanti.

La falsità risulta molto evidente per l’aggiunta dell’aggettivo “occidentale” al sostantivo “gruppo finanziario”; d’altronde, perfettamente giustificabile  a causa della situazione di controllo privato del credito nella nostra parte di mondo.

Personalmente, credo che se la notizia non fosse falsa bisognerebbe attribuire alla demenza di quel gruppo il lancio del più colossale boomerang della Storia dell’Economia (cioè, mai visto, prima).

Ciò che era chiaro alla mente di pochi circa l’esiziale presenza dell’Unione Europea e dei suoi “blocchi” per la sopravvivenza degli Stati Membri a causa dell’austerità imposta a danno dei sistemi sanitari e non solo di essi ma di tutti gli investimenti produttivi, ora sta diventando palese a tutti (o quasi) gli abitanti del vecchio continente.

Persino Romano Prodi, il più Europeista dei nostri uomini politici, il negoziatore non dimenticato  dell’Euro, scrive oggi, su “Il Messaggero” che l’Unione rischia di dissolversi. L’uomo politico non sembra rendersi conto di quanto possa essere gradita tale ipotesi ad altri che da un bel po’ di tempo non la pensano come lui.

Persino Mario Draghi che pure è stato al servizio di quel mondo, oggi parla un linguaggio diverso e gli Italiani non possono fare altro che sperare che faccia seguire alle parole i fatti, se ci si accorgerà, nel nostro amato Paese, che non è possibile continuare ad andare ancora avanti (neppure per un solo giorno)    con l’armata Brancaleone di politici che ci ritroviamo e che un uomo della sua competenza possa essere utile a tutti, soprattutto dopo la lucidità squisitamente “politica” acquisita.

Non desisto, quindi, dalla mia ribellione perché sono convinto che è in pieno svolgimento, all’insaputa degli stessi Italiani, la loro quarta guerra d’indipendenza: quella contro la dominazione dei tecnocrati di Bruxelles, etero-diretti e pilotati da Wall Street e dalla City.

Secondo il conto dei caduti delle tre guerre d’indipendenza  italiane (tra piemontesi, garibaldini e avversari, briganti compresi), fatto dal celebre storico Gaetano Salvemini, l’intero Risorgimento italiano sarebbe costato ai nostri padri una vera miseria, neppure novemila morti.

“Un terno al lotto, guadagnato con molta fortuna” secondo l’espressione da lui usata nel n.5 (del 7 luglio 1915) de “La voce politica” (anno VII).

Quella cifra è stata già superata in Italia per i morti da Corona virus.

Potrebbe, però, arrestarsi a quel numero se il nostro Stellone comparisse nuovamente all’orizzonte, dopo un necessario regolamento dei conti, a livello istituzionale.

Condividi
Luigi Mazzella

- Vice Presidente emerito della Corte Costituzionale - Ex Ministro per la Funzione Pubblica - Avvocato Generale dello Stato emerito - Scrittore e giornalista ATTIVITA’ SVOLTE: 1 – Direzione di pubbliche istituzioni nazionali e regionali svolta in modo autonomo: a) Commissario Straordinario alla Gestione Autonoma dei Concerti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia dal 1974 al 1978 (nominato dal Ministro dello Spettacolo On. Adolfo SARTI). b) Commissario Governativo dell’Accademia Nazionale d’Arte drammatica “Silvio d’Amico” dal 1979 al 1986 (nominato dal Ministro della Pubblica Istruzione Sen. Giovanni SPADOLINI). c) Commissario Straordinario dell’IDISU (poi ADISU) Università di Tor Vergata di Roma, dal 1993 al 1997, nominato dalla Regione Lazio. d) Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione della Banca Nazionale del Lavoro – Sezione Autonoma di Credito Cinematografico (SACC) dal 1984 al 1990. e) Vice Presidente del Consiglio Direttivo dell’Accademia Filarmonica Romana, plurisecolare istituzione musicale di rilevanza nazionale. f) Membro del Consiglio Direttivo dell’Ente Autonomo “La Biennale di Venezia” per due mandati consecutivi. 2 – Incarichi direttivi in Gabinetti Ministeriali: a) Vice Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1970 al 1973 (Vice Capo di Gabinetto). b) Ministero dei lavori pubblici dal 1973 al 1975 (Capo dell’Ufficio Legislativo). c) Ministero della difesa dal 1979 al 1983 (Consigliere Giuridico del Ministro). d) Ministero per il turismo e lo spettacolo dal 1983 al 1985 (Capo di Gabinetto). e) Ministero dell’ambiente dal 1986 al 1987 (Capo di Gabinetto) f) Ministero delle aree urbane dal 1987 al 1993 (Capo di Gabinetto). 3 – Attività svolte in organismi internazionali e altri organismi interni: a) Membro del Comitato per i Pubblici Appalti della allora CEE a Bruxelles dal 1973 al 1975. b) Membro del Comitato Giuridico dell’Organizzazione Internazionale dell’Aviazione Civile (ICAO-OACI) a Montreal dal 1983 al 1985. c) Membro del Comitato per gli Affari Urbani dell’OCSE a Parigi dal 1987 al 1993. d) Membro della delegazione della Cassa per il Mezzogiorno dal 1973 al 1975. e) Membro del Consiglio Superiore delle Forze Armate dal 1981 al 2002. f) Membro del Consiglio di Amministrazione dei Monopoli di Stato. g) Giudice della Commissione Tributaria Centrale dal 1992 al 2002. 4 – Attività ulteriori: a) Presidente o Membro di Commissioni di studio istituite dalla Pubblica Amministrazione (Commissione Giannini per il riordino delle forze armate, Commissione per la rilocalizzazione dei Ministeri in Roma Capitale ed altre). b) Presidente o Membro di commissioni di esame (Avvocatura dello Stato, INPS ed altre). c) Autore di saggi ed articoli su riviste giuridiche (Rassegna dell’Avvocatura dello Stato e numerose altre) e su riviste di studi politici e di cultura (“Specchio Economico”, “Politica e Mezzogiorno” “Minerva” ed altre). d) E’ iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti (Ordine interregionale del Lazio e del Molise) dal 1992. 5 – Onorificenze: a) Cavaliere di Gran Croce – Ordine al Merito della Repubblica Italiana – data di conferimento 28 gennaio 2002 b) Cavaliere di Gran Croce al Merito dell’Ordine Sovrano Militare di Malta c) Accademico dell’Accademia Filarmonica Romana. d) Salernitano illustre – Camera di Commercio di Salerno e) Cittadino Onorario di Eboli - Amministrazione Comunale f) Insignito del Premio Capalbio “per lo stile nel Governo” 6 – Autore di libri: A) SAGGI SOCIO-POLITICI 1. "Cinquanta proposte di buon governo” - Marsilio Editore - 1992; 2. “L’irresistibile vento dell’ovest” - Menzione speciale al Premio Internazionale di saggistica “Salvatore Valitutti”; Minerva Editrice - 2001; 3. “Recondite armonie di riforme diverse” - Premio Presidente Provincia Salerno al premio internazionale di saggistica “Salvatore Valitutti” - Maggioli Editore - 2004; 4. “Le utopie possibili. Bel Paese e Buon Governo” - Premio alla carriera al Premio internazionale di saggistica “Salvatore Valitutti” 2005 - Maggioli Editore - 2005; 5. “Le probabilità ragionevoli” - 2006; 6. “La passione della ragione” - Avagliano Editore - 2008; 7. “Dall’impegno al distacco” - Avagliano Editore - 2007; 8. “Casta Italia” - Avagliano Editore - 2009; 9. “Nessun dorma” - Avagliano Editore - 2010; 10. “Le luci spente dell’illuminismo” - Avagliano Editore - 2010; 11. “La forza e la frode” –Avagliano Editore 2012 12. “Il dispotismo indulgente” – Avagliano Editore - 2013 13. “EUROCRASH – Cinquanta ipotesi d’incerto futuro” – Curcio Editore 2014 14. “Debole di costituzione” – Editore Mondadori 2014 15. “Europa mia, benché il parlar sia indarno” Avagliano Editore, 2017 16. " Il decennio nero degli Italiani – Dal Porcellum al Rosatellum – Avagliano 2018 17. "Elogio del pensiero libero – Genesi Editrice 2019 B) SAGGI CINEMATOGRAFICI 18. “Il bello nel cinema” - Saggi di estetica cinematografica - Seam Editrice - 2000; 19. “Il Leone e gli Oscar” - Saggi di estetica cinematografica - Eagle Pictures editrice - 2001; 20, “Fermo immagine” - Saggi di estetica cinematografica- Premio al Festival Cinematografico di Salerno - Minerva editrice - 2001; 21. “Il cinema tra irrisione e riflessione” – critiche cinematografiche -Avagliano Editore, 2011. 22. “Voce fuori campo” – critiche cinematografiche – Avagliano Editore 2014. 23. “L’Orso e la Palma” – Istituto culturale del Mezzogiorno. 217 24. “50 film da rivedere” – Istituto Culturale del Mezzogiorno - 2018 25. "Federico Fellini- realista e visionario – Ist.Cult.Mezzogiorno 2019 C) NARRATIVA E POESIA 26. “Un gioco malandrino di finestre e balconi” - Romanzo - Premio Speciale Grinzane Cavour Cesare Pavese - Avagliano Editore - 2006; 27. “Il Chiodo nella sabbia” - Romanzo – Menzione speciale al Premio Roma - Avagliano Editore - 2008; 28. “La baia del dubbio” - Romanzo – Premio per la narrativa del Centro di psicologia Salvatore Valitutti di Salerno - Avagliano Editore - 2009; 29. “La verità dietro l’angolo – Romanzo – Premio speciale Capri 2011 - Avagliano Editore - 2011 30. “I pazzi e le smorfie” – Versi e Aforismi – 3 Edizione - Genesi Editrice 2011 31. “La Grimpeuse – Confessioni di una rampante” – Genesi editrice - 2013 32. “Grigio senza sfumature” – Romanzo – Avagliano Editore 2014 33. “ In fuga dall’intimità” – Romanzo – Avagliano Editore 2015. 34. “Canzoniere satirico” – Versi e Aforismi – Genesi Editrice 2015. 35. “Vissi d’arte” – Romanzo – Avagliano Editore 2018 36. “Fake-off” – Romanzo – Avagliano Editore 2919 37. “Tutti promossi a fine-anno” 38. “L’albero dell’ignoranza” Romanzo (in prep.)

Ultimi articoli

Il primo redcarpet della storia dello spettacolo

Chiudiamo la settimana con un LinkedIn Top Post di tipo "culturale", che non fa mai…

20 Maggio 2022

Il vaiolo delle scimmie è arrivato a Roma

Primo caso in Italia del vaiolo delle scimmie: è un quarantenne rientrato dalle Canarie. In…

20 Maggio 2022

Un pezzo di storia (la mia)

Il LinkedIn Top Post di oggi 19/05/2022 è di Danilo Spanu, ma potrebbe essere quello…

19 Maggio 2022

“Runningsofia”, in arrivo i podcast sul podismo curati da Claudio Bagnasco

Abbiamo incontrato il nostro collaboratore Claudio Bagnasco, autore di articoli per il magazine Mondo Sport,…

19 Maggio 2022

Di Maio all’Onu ha presentato un piano di pace in quattro punti

Di Maio è andato all’Onu e ha presentato un piano di pace in quattro punti:…

19 Maggio 2022

La straordinarietà dell’ordinario

Il LinkedIn Top Post di oggi segnalato dalla Redazione è di Luca Bozzato, ci parla…

18 Maggio 2022