Gente di Moondo

Ellynora vince la sezione “Urban” di LAZIOSound

Ellynora: un’artista eclettica che riesce a coniugare le sue origini campane con un sound internazionale, sfruttando la sua esperienza negli USA. Esperienza che le ha permesso di crescere e diventare quella che è oggi: un’artista a tutto tondo che segue ogni passaggio della produzione artistica dei suoi singoli e che, anche grazie a questo, si è aggiudicata la vittoria nella categoria urban di LAZIOSound, il programma musicale di Regione Lazio.

A conferma dell’anima cittadina del mondo che ti appartiene ti abbiamo sentito cantare in italiano, in inglese e in spagnolo: come scegli la lingua da utilizzare per un pezzo? E quali sono le differenze che ti portano a sceglierne uno piuttosto di un altro?

In realtà molto spesso non è una scelta consapevole ma un qualcosa che viene di getto in base all’emozione o a quello che sto vivendo in quel momento. Una volta ho scritto un brano per intero in aereo in spagnolo E me ne sono resa conto solo una volta finito. Vivendo all’estero per molti Anni anche la lingua in cui penso varia.

È una cosa strana che mi fa sentire come se nel mio corpo ci vivessero più persone e forse è così. Il motivo per cui amo più viaggiare è proprio questo che ogni luogo tira fuori parti di te stesso che a volte neanche sapevi esistessero. Quando sono in America non sono la stessa di quando sono in Italia e questo non vuol dire che una delle due me non sia autentica.

Da Zingara a No Trouble, qual è stato il tuo percorso? Ti senti ancora “zingara”?

Assolutamente sì come ho già detto nella domanda precedente il mio spirito nomade non è mai cambiato e non penso che lo farà mai. Adoro il brano zingara perché per me è sempre presente e mi descrive perfettamente nonostante il tempo passi.

Ellynora a LAZIOSound

Italia e Stati Uniti a/r: che cosa ti ha spinto a partire? Qual è la cosa più importante che hai appreso negli Stati Uniti? Cosa ti ha spinto poi a tornare?

Una cosa che mi ha spinto a tornare e sicuramente la voglia di condividere più tempo con la mia famiglia che amo da morire per la quale darei la vita.

Ma in realtà non sono mai tornata definitivamente volevo solo stare più tempo in Italia rispetto a prima e sono rimasta bloccata con la pandemia ma adesso ricomincerò a viaggiare perché non riesco a sentirmi a casa se sono solo in un luogo.

E il lockdown come (e dove) l’hai vissuto? Hai trovato la forza di produrre nuova musica, ti sei esposta sui social… che cosa porti con te di quest’anno e mezzo di pandemia?

Il Lockdown dal punto di vista creativo musicale l’ho vissuto malissimo perché non avevo stimoli per scrivere. Ho la necessità di vivere, ho la necessità di spontaneità per scrivere che non ho per niente avuto durante la pandemia essendo una persona abbastanza ansiosa.

Qualche soddisfazione è comunque arrivata, come quella del Primo maggio. Dal punto di vista personale invece sono stata molto fortunata perché è stata per me un’occasione per vivermi la mia famiglia a pieno, cosa che non succedeva da anni vivendo io all’estero ed essendo tutti loro presi dal lavoro.

Siamo una famiglia allargata e molto grande, sono legatissima ai miei fratelli e amo follemente i miei genitori che sono giovanili e divertenti molto più di me.

Condividi
Pubblicato da
Tag: Ellynora

Ultimi articoli

Il primo redcarpet della storia dello spettacolo

Chiudiamo la settimana con un LinkedIn Top Post di tipo "culturale", che non fa mai…

20 Maggio 2022

Il vaiolo delle scimmie è arrivato a Roma

Primo caso in Italia del vaiolo delle scimmie: è un quarantenne rientrato dalle Canarie. In…

20 Maggio 2022

Un pezzo di storia (la mia)

Il LinkedIn Top Post di oggi 19/05/2022 è di Danilo Spanu, ma potrebbe essere quello…

19 Maggio 2022

“Runningsofia”, in arrivo i podcast sul podismo curati da Claudio Bagnasco

Abbiamo incontrato il nostro collaboratore Claudio Bagnasco, autore di articoli per il magazine Mondo Sport,…

19 Maggio 2022

Di Maio all’Onu ha presentato un piano di pace in quattro punti

Di Maio è andato all’Onu e ha presentato un piano di pace in quattro punti:…

19 Maggio 2022

La straordinarietà dell’ordinario

Il LinkedIn Top Post di oggi segnalato dalla Redazione è di Luca Bozzato, ci parla…

18 Maggio 2022