Categorie: In evidenza

L’inno, l’emblema, la bandiera

L’anno che si apre propone diverse ricorrenze importanti come il centosessantesimo dell’Unita’ d’Italia o i settantacinque anni della Repubblica. Dal Risorgimento alla Liberazione: le radici della nostra Costituzione. Memoria e consapevolezza della nostra identita’ nazionale ci aiutano per costruire il futuro”.

Dal discorso augurale per l’anno 2021 del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella


Abbiamo sentito il dovere, come editori di Moondo e come scrittori, di dare seguito alle parole del Presidente della Repubblica ricordando la storia della nostra Bandiera, dell’Emblema della Repubblica e dell’Inno Nazionale che rappresentano i segni della nostra identità nazionale. Il libro che presentiamo oggi “L’inno, l’emblema e la bandiera” (disponibile sullo store Amazon) è il nostro contributo alla divulgazione dei valori nazionali.

Una identità che affonda le sue radici nella cultura e nella storia d’Italia e che oggi acquista tanto più valore in una Europa che sempre più dovrà riunirsi per essere protagonista nella scena mondiale. Ma soprattutto abbiamo pensato alle giovani donne e ai ragazzi a cui la generazione che ha vissuto la prima stagione della democrazia deve passare il testimone per conservarla e rinnovarla.

Il 17 Marzo è la data della proclamazione dell’Unità d’Italia sancita dalla Legge n. 222 del 2012 che ha stabilito essere la giornata dell’unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera.

Nel momento difficile che il Paese sta attraversando è necessaria, come ha più volte ammonito il Presidente della Repubblica, una più stretta coesione di tutti i cittadini per affrontare e superare le conseguenze economiche e sociali della pandemia che ha colpito il mondo intero e il nostro Paese.

Bisogna praticare la cultura dell’incontro e del dialogo per permettere a voci diverse di stare insieme, di pensare, di progettare un comune futuro ancorandoci ai nostri valori, alla nostra storia, alla cultura, alla nostra identità nazionale.

E’ una scelta fondamentale dalla quale non si può prescindere ed è in questo quadro che la giornata del 17 marzo assume quest’anno un significato particolare.
E’ una speranza che solo con la concordia di tutti può divenire una certezza.

Ringraziamo Mario Pacelli, Stefano Rolando e Francesco Tagliente per aver aderito a questa iniziativa (N.d.R.)

Condividi
Giampaolo Sodano

Artigiano, mastro oleario, giornalista e dirigente d’azienda, Giampaolo Sodano è nato a Roma. Prima di vincere nel 1966 un concorso ed entrare in Rai come funzionario programmi svolge una intensa attività pubblicistica come critico letterario e cinematografico. Nel 1971 è giornalista professionista. Nel 1979 è dirigente d’azienda della RAI. Nel 1983 è eletto deputato al Parlamento. Nel 1987 torna all’attività professionale in RAI ed è nominato vice-presidente e amministratore delegato di Sipra e successivamente direttore di Raidue. Nel 1994 è direttore generale di Sacis e l’anno successivo direttore di APC, direzione acquisti, produzioni e coproduzioni della Rai. Nel 1997 si dimette dalla RAI e diventa direttore di Canale5. Una breve esperienza dopo della quale da vita ad una società di consulenza “Comconsulting” con la quale nel 1999 collabora con il fondo B&S Electra per l’acquisizione della società Eagle Pictures spa di cui diventa presidente. Nel 2001 è eletto vicepresidente di ANICA e Presidente dell’Unidim (Unione Distributori). Dal 2008 al 2014 è vicepresidente di “Sitcom Televisione spa”. E’ stato Presidente di IAA. Sezione italiana (International Advertising Association), Presidente di Cartoons on the bay (Festival internazionale dei cartoni animati) e Presidente degli Incontri Internazionali di Cinema di Sorrento. Ha scritto e pubblicato “Le cose possibili” (Sugarco 1982), “Le coccarde verdemare” (Marsilio 1987), “Nascita di Venere” (Liguori editore 1995). Cambia vita e professione, diventa artigiano dell’olio e nel 1999 acquista un vecchio frantoio a Vetralla. Come mastro oleario si impegna nell’attività associativa assumendo l’incarico prima di vicepresidente e poi direttore dell’Associazione Italiana Frantoiani Oleari (AIFO). Con sua moglie Fabrizia ha pubblicato “Pane e olio. guida ai frantoi artigiani” e “Fuga dalla città”.

Pubblicato da

Ultimi articoli

Via larga, vicolo stretto…

Tra le facoltà a disposizione dei sindaci c’è anche quella di intestare le vie a…

19 Settembre 2021

Ma stavolta voto!

Da diversi anni a questa parte entro nella cabina elettorale e scrivo, in grande, “Viva…

18 Settembre 2021

Il patto di difesa degli Stati Uniti con l’Australia disturba la Francia

Il patto di difesa degli Stati Uniti con l'Australia disturba la Francia. Dissidio sulla politica con…

17 Settembre 2021

Ville vesuviane. Non solo il miglio d’oro

Quando si dice ville vesuviane il pensiero, giustamente, corre subito a quel lungo tratto di…

17 Settembre 2021

Guidonia Montecelio: esempio dei danni provocati dallo scontro tra Comune e Regione sulla gestione rifiuti di Roma

di Carmine Laurenzano Una situazione critica che riguarda il territorio di Guidonia Montecelio e non…

17 Settembre 2021

Utilizzare più etica e includere persone formate in filosofia per trattare i temi dell’intelligenza artificiale

Nel mondo dell'industria, il crescente sviluppo di nuove tecnologie come la robotica, l'intelligenza artificiale (AI)…

17 Settembre 2021