In evidenza

Obbligo dell’NSO: Quali Adempimenti

NSO: cos’è e come funziona il Nodo Smistamento Ordini

Gestione documentale e gestione ordini, due processi che stanno per subire una completa digitalizzazione attraverso uno strumento chiamato NSO, acronimo per Nodo Smistamento Ordini.

A luglio 2018 il Ministero dell’Economia e delle finanze ha presentato questo sistema che è stato poi inserito nella vera e propria Legge di bilancio nel 2018, l’obiettivo è quello di introdurre lo scambio di documenti, unicamente in formato digitale, riguardanti gli ordini di acquisto di beni o servizi e la loro esecuzione, tra la Pubblica Amministrazione e i suoi fornitori.

C’è una forte somiglianza tra NSO e SDI, il Sistema di interscambio dell’Agenzia delle entrate utilizzato per smistare le fatture elettroniche e provvedere a recapitarle al corretto destinatario, la sola differenza sta nella natura dei documenti digitali che, nel primo caso, riguardano gli ordini i quali, durante il transito per il NSO, vengono sottoposti a controllo di correttezza attraverso un sistema di verifica che può rilevare se sono presenti tutti i dati necessari per procedere all’acquisto di beni o servizi.

Un esempio di documentazione può riguardare gli ordini relativi a forniture di strumenti e materiale idonei all’utilizzo negli ospedali e nei presidi medici, oppure documenti di appalti per servizi forniti a tali strutture ed enti. Il documento che verrà passato al vaglio dal NSO si presenta come allegato a un vero e proprio messaggio inviato attraverso una “busta di consegna” che riporta il mittente e il destinatario che il sistema deve convalidare per poter procedere all’invio.

Particolarmente importante per la convalida è il corretto inserimento dei dati relativi al pagamento dell’ordine; se si riscontrano eventuali errori in questo campo, il documento non viene inoltrato al mittente. Il formato digitali accettato per l’invio tramite NSO è l’UBL XML, formato standard a livello europeo.

Nodo Smistamento Ordini

Obbligo del Nodo Smistamento Ordini – NSO

L’obbligo del Nodo Smistamento Ordini – NSO sarà, in definitiva, una vera e propria rivoluzione nell’espletamento delle procedure riguardanti gli appalti pubblici. Inizialmente la data prevista per l’entrata in vigore dell’obbligo del NSO era stata stabilita per il 1° ottobre 2019, successivamente posticipato a febbraio 2010.

Questo strumento gestionale obbligherà tutte le aziende del Servizio Sanitario Nazionale e loro fornitori ad inviare esclusivamente per via telematica tutti quei documenti che attestino ordini per l’acquisto di beni o servizi e la loro esecuzione. Questo sistema di ordini elettronici per la sanità è senza dubbio un importante passo in avanti nel processo di digitalizzazione dei processi pubblici. Per questo motivo è importante affidarsi ad esperti nel settore della gestione digitale delle comunicazioni come il Gruppo CMT (ad link).

La Legge di bilancio 2018 ha codificato la necessità e l’intenzione di tenere sotto stretto controllo gli acquisti e le spese della Pubblica Amministrazione, in particolare quelle delle aziende pubbliche del Sistema Sanitario Nazionale, per questo motivo il decreto legge del 7 dicembre 2018 del Ministero dell’economia e della finanza, ha stabilito l’entrata in vigore dell’obbligo per il 1 ottobre 2019 per tutte le aziende del Sistema Sanitario Nazionale, i loro intermediari e i loro fornitori.

L’introduzione del NSO ha anche posto la necessità di stilare dei parametri ufficiali per il suo utilizzo, attraverso specifiche tecniche contenute nelle linee guida fornite dalla Ragioneria di Stato, pubblicate il 15 marzo 2019 e rilasciate nella loro versione completa il 9 maggio dello stesso anno.

Condividi
Roberto Mancini

Creativo, curioso, sempre in cerca di qualcosa da fare o realizzare. Amo gli animali, rispetto la natura e adoro stare all'aria aperta. Amo viaggiare e scoprire posti nuovi, culture e usanze nuove. Quando viaggio preferisco perdermi nella città e vivere ed emozionarmi.

Pubblicato da
Tag: NSOSDI

Ultimi articoli

Nerio Alessandri: 10 cose che ho imparato sulla vita

Il LinkedIn Top Post di oggi è di Nerio Alessandri, CEO & Founder Technogym, un…

5 Ottobre 2022

UE propone un nuovo Recovery Fund per far fronte al caro energia: Germania, Olanda e Austria sono contrarie

Il vertice europeo dei ministri dell’Economia in Lussemburgo si è concluso con un nulla di…

5 Ottobre 2022

Gli ucraini sfondano anche a Sud

Le forze ucraine hanno sfondato il fronte anche a Sud, ora marciano verso Kherson. I…

4 Ottobre 2022

Risparmio energetico e smart metering: lo studio di Hermes Centro Studi Europeo

Parliamo di risparmio energetico e di come migliorare la consapevolezza dei propri consumi con l’adozione…

4 Ottobre 2022

Lula e Bolsonaro vanno al ballottaggio

In Brasile Lula e Bolsonaro andranno al ballottaggio. Al primo turno l’ex presidente si è…

3 Ottobre 2022

La Germania si fa un tetto al prezzo del gas per conto suo, Draghi furibondo, l’Europa a pezzi

Il cancelliere tedesco Scholz annuncia un maxi-intervento da 200 miliardi in Germania per affrontare il…

30 Settembre 2022