Categorie: Network

Sportmemory è on line

È una buona notizia.

È una buona notizia sapere che una nuova possibilità di approfondire e di conoscere affronta la sfida del mare aperto, che poi non è un mare, ma una rete dove paradossalmente tutti navighiamo o, forse, ne siamo un po’ intrappolati.

È nato Sportmemory.

Sportmemory si presenta come uno storytelling media e si propone non di concorrere nel gruppone dei tanti che fanno informazione sullo sport, ma di percorrere l’avventura estrema del recupero della memoria dispersa, della narrazione e del racconto, contando di far rimanere il lettore fermo per minuti a scorrere tra parole e immagini. Obiettivo ambizioso certo, quasi visionario ed eroico in un sistema rete che, invece, vive sul ritmo battente dell’informazione vecchia dopo un minuto e sulla lettura superficiale dei titoli, difficilmente sull’approfondimento.

Un’avventura estrema che noi di Moondo conosciamo bene, perché è la stessa nostra.

Sportmemory ha volto lo sguardo sullo sport e su quell’insieme di umanità viva, fatta di emozioni, ispirazioni e suggestioni, che dall’esperienza sportiva, agonistica o amatoriale che sia, trae spunti e forza per guardare con piacere alla vita, affrontandone i sacrifici ed esultandone per le gioie.

Sportmemory fa narrazione, quindi, e la fa con un programma editoriale da broadcaster: un magazine mensile on line dal 2 aprile e poi ogni primo venerdì del mese, un’ecosistema social in espansione, un primo documentario che sarà presentato entro fine giugno e una linea di podcast che sarà presentata entro fine luglio.

Primi passi, certo, ma con idee chiare che ci piacciono, forse perché anche noi di Moondo siamo una sfida e anche noi vestiamo la giubba dei visionari e non quella dei replicanti.

È un esordio di contenuto sorprendente, un arco narrativo che si snoda tra racconti fuori le righe dove si rincorrono aneddoti e memorie personali che vanno dalla medaglia d’oro olimpica a chi pratica lo sport, qualunque sport, per pura passione personale non agonistica.

È una buona notizia, quindi.

Una buona notizia per tutti e, lasciatemi dire, anche per noi di Moondo che adesso ci sentiamo un po’ meno soli a percorrere l’avventura che abbiamo scelto di vivere.

Condividi
Giampaolo Sodano

Artigiano, mastro oleario, giornalista e dirigente d’azienda, Giampaolo Sodano è nato a Roma. Prima di vincere nel 1966 un concorso ed entrare in Rai come funzionario programmi svolge una intensa attività pubblicistica come critico letterario e cinematografico. Nel 1971 è giornalista professionista. Nel 1979 è dirigente d’azienda della RAI. Nel 1983 è eletto deputato al Parlamento. Nel 1987 torna all’attività professionale in RAI ed è nominato vice-presidente e amministratore delegato di Sipra e successivamente direttore di Raidue. Nel 1994 è direttore generale di Sacis e l’anno successivo direttore di APC, direzione acquisti, produzioni e coproduzioni della Rai. Nel 1997 si dimette dalla RAI e diventa direttore di Canale5. Una breve esperienza dopo della quale da vita ad una società di consulenza “Comconsulting” con la quale nel 1999 collabora con il fondo B&S Electra per l’acquisizione della società Eagle Pictures spa di cui diventa presidente. Nel 2001 è eletto vicepresidente di ANICA e Presidente dell’Unidim (Unione Distributori). Dal 2008 al 2014 è vicepresidente di “Sitcom Televisione spa”. E’ stato Presidente di IAA. Sezione italiana (International Advertising Association), Presidente di Cartoons on the bay (Festival internazionale dei cartoni animati) e Presidente degli Incontri Internazionali di Cinema di Sorrento. Ha scritto e pubblicato “Le cose possibili” (Sugarco 1982), “Le coccarde verdemare” (Marsilio 1987), “Nascita di Venere” (Liguori editore 1995). Cambia vita e professione, diventa artigiano dell’olio e nel 1999 acquista un vecchio frantoio a Vetralla. Come mastro oleario si impegna nell’attività associativa assumendo l’incarico prima di vicepresidente e poi direttore dell’Associazione Italiana Frantoiani Oleari (AIFO). Con sua moglie Fabrizia ha pubblicato “Pane e olio. guida ai frantoi artigiani” e “Fuga dalla città”.

Pubblicato da

Ultimi articoli

Il patto di difesa degli Stati Uniti con l’Australia disturba la Francia

Il patto di difesa degli Stati Uniti con l'Australia disturba la Francia. Dissidio sulla politica con…

17 Settembre 2021

Ville vesuviane. Non solo il miglio d’oro

Quando si dice ville vesuviane il pensiero, giustamente, corre subito a quel lungo tratto di…

17 Settembre 2021

Guidonia Montecelio: esempio dei danni provocati dallo scontro tra Comune e Regione sulla gestione rifiuti di Roma

di Carmine Laurenzano Una situazione critica che riguarda il territorio di Guidonia Montecelio e non…

17 Settembre 2021

Utilizzare più etica e includere persone formate in filosofia per trattare i temi dell’intelligenza artificiale

Nel mondo dell'industria, il crescente sviluppo di nuove tecnologie come la robotica, l'intelligenza artificiale (AI)…

17 Settembre 2021

Dal 15 ottobre il green pass sarà obbligatorio per tutti i lavoratori

Dal 15 ottobre il green pass sarà obbligatorio per tutti i lavoratori, pubblici e privati,…

17 Settembre 2021

La linea politica per la terza dose è dubbia

La linea politica per la terza dose è dubbia, mentre aumenta il dissenso. Studi contrapposti aumentano…

16 Settembre 2021