Categorie: Network

Un libro insegna ai giovani come aver successo all’estero

É raro trovare in edicola un libro con 100 esempi di italiani che hanno avuto successo all’estero. Però questo libro esiste e si intitola “I Messaggeri d’Abruzzo nel Mondo“.

            Cento ulteriori fantastici personaggi originari di 70 città, paesi e borghi abruzzesi, che attualmente risiedono in 25 nazioni di tutto il mondo e in tutti i continenti, ecco il resoconto in soldoni del secondo volume de “I Messaggeri d’Abruzzo nel Mondo” di Dom Serafini, pubblicato da Edizioni Il Viandante e reperibile nelle librerie in Italia e all’estero su Amazon (ed altri siti online).

            É interessante sapere che esistono due Abruzzo: quello in Italia e quello sparso nel resto del mondo. Il primo lo conosciamo bene perché é sempre davanti ai nostri occhi, con le sue enormi montagne, ampie spiagge, immensi parchi naturali, paesi e borghi pieni di arte, centri turistici ed eno-gastronomici, oltre che sede di una fauna eccezionale.

            Il secondo Abruzzo non lo vediamo ma é popolato da tanti abruzzesi quanti ce ne sono in Abruzzo, perché sparsi in tutti i paesi del mondo. Si tratta di affascinanti abruzzesi che tornano in Abruzzo ogni domenica, seppur nella rubrica curata da Serafini per il quotidiano Il Messaggero, poi raccolti in un volume come quello che vi invitiamo a leggere.

            Questo é un libro che affascinerá tutti, non importa quale sia la pagina aperta, perché lo si può leggere anche a partire dalla fine, e si vorrebbe che l’elenco dei personaggi descritti non finisse mai. Ogni storia potrebbe essere spunto per un copione cinematografico ed alcune non hanno tanto a che fare con la vecchia emigrazione stile “valigia di cartone”, quanto invece con la più attuale “fuga di cervelli”. Per questo motivo questo libro ha un valore molto maggiore di una semplice curiosità. I giovani potrebbero usarlo come riferimento per una possibile carriera all’estero, e gli adulti regalarlo ai giovani per aiutarli ad indirizzarsi verso carriere di successo, in svariati campi, usando queste storie come riferimento e fonte di ispirazione.

            Il libro include anche interventi di Antonio Bini, direttore editoriale del bimestrale Abruzzo nel MondoGoffredo Palmerini, giornalista e scrittore, studioso di emigrazione, e Federico Perrotta, attore comico brillante.

            In termini di “dati”, la maggior parte dei 100 personaggi descritti nel libro risiedono in molti stati degli Usa, ma anche in Canada (13), in Argentina (6) ed altri Paesi in America Latina, come Venezuela, Peru, Cile, Cuba e Guatemala. Poi: Australia (6), Giappone (2), Turchia, Cina, Algeria, Marocco, Nepal e Gran Bretagna (6). I paesi europei rappresentati sono 10 in totale. 

            Gli aggiornamenti, come pure i nomi dei 100 personaggi si trovano sulla pagina Facebook del libro:

https://www.facebook.com/I-messaggeri-dellAbruzzo-nel-mondo-100125355070882/?ref=pages_you_manage

Foto in alto da s. a d. gli autori dei tre interventi: Antonio Bini, Goffredo Palmerini, Federico Perrotta. In basso, la copertina del libro e l’autore.
Condividi
Dom Serafini

Domenico (Dom) Serafini, di Giulianova risiede a New York City ed è
il fondatore, editore e direttore del mensile “VideoAge” e del quotidiano fieristico VideoAge Daily", rivolti ai principali mercati televisivi e cinematografici internazionali. Dopo il diploma di perito industriale, a 18 anni va a continuare gli studi negli Usa e, per finanziarsi, dal 1968 al ’78 ha lavorato come freelance per una decina di riviste in Italia e negli Usa; ottenuta la licenza Fcc di operatore radio, lavora come dj per tre stazioni radio e produce programmi televisivi nel Long Island, NY. Nel 1979 viene nominato direttore della rivista “Television/Radio Age International” di New York City e nell’81 fonda il mensile “VideoAge”. Negli anni successivi crea altre riviste in Spagna, Francia e Italia. Dal ’94 e per 10 anni scrive di televisione su “Il Sole 24 Ore”, poi su “Il Corriere Adriatico” e riviste di settore come “Pubblicità Italia”, “Cinema &Video” e “Millecanali”. Attualmente collabora con “Il Messaggero” di Roma, con “L’Italo-Americano” di Los Angeles”, “Il Cittadino Canadese” di Montreal ed é opinionista del quotidiano “AmericaOggi” di New York. Ha pubblicato numerosi volumi principalmente sui temi dei media e delle comunicazioni, tra cui “La Televisione via Internet” nel 1999. Dal 2002 al 2005, è stato consulente del Ministro delle Comunicazioni italiano nel settore audiovisivo e televisivo internazionale.

Ultimi articoli

La variante Omicron spaventa il mondo

La variante Omicron spaventa il mondo. Il primo contagiato italiano è un dipendente dell’Eni appena…

29 Novembre 2021

Perché l’Abruzzo é senza una Film Commission operativa

Probabilmente Hollywood conta piú personaggi di origini abruzzesi di qualsiasi altra regione italiana, e in…

29 Novembre 2021

Le nazioni africane respingono amareggiate i nuovi divieti di viaggio

- 1 / 36 pagine. THE NEW YORK TIMES. Le nazioni africane respingono amareggiate i…

29 Novembre 2021

Perle di saggezza – Novembre 2021

Dovete concedermi questa libertà di dedicare le perle di questo mese di novembre alle donne,…

29 Novembre 2021

È stata la mano di Dio

Anni ’80. Alla fermata dell’autobus ci sono molte persone in fila, tra queste la bella…

29 Novembre 2021

Ma non è una cosa seria

Le strade romane (e, temo, anche altre) sono costellate da manifesti di promozione funeraria basati,…

27 Novembre 2021