Sfogliando il New York Times

Biden aumenta il totale dei voti e invita alla pazienza con i conteggi

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES DEL 06/11/2020

Biden aumenta il totale dei voti in Pennsylvania, Nevada e Georgia e invita alla pazienza con i conteggi. Titolo a tutta pagina su due righe, con due fotografie “opposte”: una da Philadelphia con sostenitori di Biden che invitano a “contare ogni voto”, e l’altra da Phoenix con trumpiani che invitano a “smettere l’inganno”.

PRIMA PAGINA

–      Trump fa dichiarazioni di frodi senza alcun fondamento mentre continua a perdere terreno. I due candidati hanno fatto brevi apparizioni a fine giornata. Biden ha detto: “La democrazia a volte ha bisogno di un po’ di pazienza. Ma quella pazienza e’ stata premiata per piu’ di 240 anni da un sistema di governo che e’ stato l’invidia del mondo”. Trump ha detto: “Stanno cercando di rubare un’elezione, stanno cercando di truccare un’elezione.” E ha definito Philadelphia e Detroit “due dei piu’ corrotti luoghi politici al mondo”.

–      Un’ondata di falsita’ dall’alto. La spinta alla disinformazione arriva direttamente da Trump e dai suoi alleati. Lo scopo: fermare la vittoria di Biden o mettere in forse la sua legittimita’ prima che prenda il posto. La falsa dichiarazione di vittoria di Trump mercoledi’ mattina non solo ha invaso le varie piattaforme di destra, ma e’ arrivata anche nei notiziari televisivi di Fox News, il canale TV totalmente asservito a Trump, dove i presentatori hanno sostenuto che il conteggio dei voti ancora in corso in vari stati era illegittimo.

–      La California blue vota per moderare l’agenda liberale. La California, lo stato piu’ popoloso della nazione, e’ decisamente democratica e ha votato a grande maggioranza per Biden. Ma nei referendum statali che si accompagnavano alle elezioni, ha dimostrato moderazione respingendo misure quasi rivoluzionarie, come la cosiddetta “affirmative action”che privilegia “i diversi”(per colore, religione, razza, sesso, nazionalita’) nell’accesso a posti di responsabilita’ nel lavoro o nelle universita’.

–      La lavagna elettronica della polizia mostra esempi di razzismo da parte di un ufficiale di alto rango. Chiamata Rant, la lavagna elettronica e’ usata dai funzionari della polizia per esplicitare i loro problemi di lavoro, anonimamente e senza mezzi termini. Uno di loro, che si firmava Clouseau, metteva messaggi anche di estremo razzismo, come chiamare Obama “un mussulmano selvaggio”. L’ hanno finalmente identificato. Era proprio l’ufficiale incaricato del dipartimento contro le molestie alle donne e ai diversi.

–      “ Ci viene dietro a tutti”: il covid cresce a velocita’ record. I casi hanno sorpassato i 170.000 al giorno, piu’ di ogni altro giorno dall’inizio della pandemia.

PAGINE INTERNE

–      Dichiarazioni false isolano Trump. Una presidenza nata con la bugia sul luogo di nascita di Barak Obama sembra sul bordo della fine con la bugia della sua vittoria nelle elezioni.

–      Rallentando il pettegolezzo. Le nuove regole per Facebook, Twitter e le altre piattaforme hanno reso i loro prodotti meno validi ma hanno aiutato a impedire i timori piu’ grandi.

–      Una nuova minaccia: il disinfettante per le mani. L’interferenza di governi stranieri era considerata un grande pericolo per le elezioni, ma qualche guaio e’ risultato da malfunzionamenti di cose piu’ normali, come il disinfettante per le mani, l’acqua corrente, l’elettricita’.

FASCICOLO SPECIALE. Anche oggi, il giornale contiene un fascicolo speciale di 12 pagine dedicato alle elezioni. Il titolo principale, su sfondo scuro, e’: “ Dopo una campagna che ha esposto le profonde divisioni del paese, ogni annuncio di nuovi totali di voti fa nascere vari livelli di sollievo, oltraggio e ansieta’ fra le fazioni in lotta.”

Altri titoli dalla prima pagina:

–      Una mappa di tutte le contee (le regioni in cui sono divisi gli stati) mette in mostra dove i voti hanno esaltato Biden e avvantaggiato Trump.

–      Il margine della vittoria del presidente in Florida fa dubitare che sia uno stato traballante .

–      L’incertezza sul risultato delle elezioni ha fatto nascere un acceso dibattito in un posto improbabile: la Russia.

–      I deputati democratici analizzano le perdite, e si analizzano uno con l’altro. Imprecazioni e lacrime dopo che le speranze di grandi progressi sono svanite .      

Condividi
Umberto Bonetti

Umberto Bonetti, nato a Torino nel 1938, laureato in legge e scienze politiche Carriera: RAI di Milano (1962/1967), RAI di Montevideo (Uruguay) (1968/1974), RAI CORPORATION (1974/2000) a New York e Los Angeles. . Dal 2000 in pensione, con vari incarichi di consulenze. Volontariato: Peace Corps in El Salvador, United Nations in Sudan, Unesco in Afghanistan, Unione Europea in Bangladesh. A New York: Metropolitan Museum, Meals on Wheels (distribuzione pasti).

Pubblicato da
Tag: Biden

Ultimi articoli

Conte e Letta siglano l’intesa per la Sicilia

In prima pagina • È morto Ciriaco De Mita, storico leader della Dc, già presidente…

27 Maggio 2022

Phygital nel retail? Amazon Style, la risposta di Bezos

Si parla di phygital per indicare l’uso della tecnologia per costruire un ponte tra mondo…

27 Maggio 2022

Biden: “Quando troveremo il coraggio di opporci alla lobby delle armi?”

Il presidente americano Joe Biden, dopo la strage nella scuola elementare in Texas, ha attaccato…

26 Maggio 2022

Frequenzimetri: ecco gli ambiti professionali in cui sono indispensabili

Il frequenzimetro è un dispositivo molto utile in differenti ambiti professionali, progettato per la misurazione…

25 Maggio 2022

Marketing e Metaverso

Il LinkedIn Top Post di oggi è ancora dedicato al Metaverso ed al suo impatto…

25 Maggio 2022

Il cardinale Matteo Zuppi nuovo presidente dei vescovi italiani

In prima pagina • Il primo treno merci con un carico di grano dall’Ucraina è…

25 Maggio 2022