Categorie: Anteprima NewsOggi

Conte si è dimesso

Come previsto, Giuseppe Conte ieri è salito al Colle da Sergio Matterella e si è dimesso. Oggi pomeriggio al Quirinale inizieranno le consultazioni del presidente della Repubblica con i presidenti di Senato e Camera, domani e venerdì con i partiti del Parlamento, per valutare se sia possibile una nuova maggioranza. Il piano di Conte, che almeno a parole ha dalla sua il M5S e il Pd, è quello di riottenere da Mattarella l’incarico per formare il suo terzo governo consecutivo.

«L’ultimo Consiglio dei ministri del “Conte bis” inizia presto, alle 9.30 del mattino, e anche questa è una notizia per un governo che ormai aveva abituato tutti alle riunioni notturne» [Di Matteo, Sta].

Il premier ha tenuto «un discorso breve, sobrio, non più di una decina di minuti» [Galluzzo, CdS]. «Ringrazio l’intera squadra di governo, ogni singolo ministro, per ogni giorno di questi mesi insieme», ha detto, «possiamo avere commesso degli errori, altri li valuteranno, ma possiamo dire di avere agito sempre in coscienza». Il discorso s’è concluso con l’applauso dei ministri. Subito dopo hanno preso la parola i capidelegazione dei tre partiti di maggioranza, Alfonso Bonafede (M5s), Dario Franceschini (Pd) e Roberto Speranza (Leu), che hanno assicurato pieno sostegno a Conte.

Il Consiglio dei ministri si è concluso dopo quaranta minuti. Subito dopo, sempre a Palazzo Chigi, Conte avrebbe registrato un video, «che è di fatto una chiamata alle armi per un governo di salvezza nazionale. Il segnale che i responsabili aspettano per poter dire al Quirinale: “In nome della salute pubblica, siamo pronti a votare un Conte ter”» [Cuzzocrea, Rep]. Il video, se mai fosse stato registrato, non è mai stato pubblicato.

A mezzogiorno in punto Conte è entrato al Quirinale. È stato ricevuto dal presidente della Repubblica e ha formalizzato le dimissioni. Mattarella «ha invitato l’esecutivo a rimanere in carica per il disbrigo degli affari correnti».

Il colloquio tra Mattarella e Conte è durato mezz’ora. Venti minuti dopo il segretario generale del Quirinale Ugo Zampetti ha comunicato che le consultazioni per la formazione del nuovo governo partiranno oggi pomeriggio.

«Comunque vada a finire, questa crisi resterà agli annali come la prima che cade nel pieno di un’epidemia. Perciò contraddistinta da tutte le cautele necessarie per impedire al Colle di trasformarsi in un cluster, alimentato dal viavai di delegazioni politiche. Il distanziamento sarà mantenuto con assoluto scrupolo. Addirittura i colloqui si alterneranno in tre diversi ambienti: nella Sala Arazzi di Lilla, nella Sala del Bronzino e nell’ufficio privato del presidente. Al termine di ciascun incontro Sergio Mattarella cambierà stanza in modo da permettere che quella precedente venga sanificata. I giornalisti non si accalcheranno più, com’era tradizione, nell’anticamera dello studio alla Vetrata (tra l’altro ci sono lavori in corso); i pochi ammessi con sorteggio e previo tampone registreranno le dichiarazioni dei leader nella grande Sala delle feste» [Di Matteo, Sta].

Con le dimissioni del presidente del Consiglio e la permanenza in carica del governo solo per il disbrigo degli affari correnti, si ferma l’attività legislativa e ispettiva del Parlamento. Andrà avanti solo l’esame del Recovery fund nelle commissioni.

In prima pagina

• Conte si è dimesso. Oggi iniziano le consultazioni al Quirinale. Il centrodestra si presenterà con una delegazione unica
• Causa dimissioni Renzi è dovuto tornare di corsa da Riad, dove oggi e domani avrebbe dovuto partecipare a una conferenza. I sauditi lo pagano 80 mila dollari l’anno
• All’ultimo momento utile il governo ha approvato il decreto legge sull’autonomia del Coni che ha evitato la sospensione dell’Italia dal Comitato Olimpico Internazionale
• Caos al Consiglio regionale della Lombardia: per protesta contro Fontana per i dati sbagliati, il consigliere Usuelli si inginocchia e viene portato via dalla Digos
• Lo Stato, tramite Invitalia, è pronto a prendersi il 30% della Rethera, la società che, alle porte di Roma, sta lavorando al vaccino italiano. Il commissario Arcuri ha anche garantito 81 milioni per potenziare le attività di ricerca e sviluppo e le linee produttive
• In Italia ci sono altri 541 morti per Covid, scendono sia i ricoveri ordinari (-69) sia quelli in terapia intensiva (-49). Il tasso di positività è sceso al 4,1%
• Tre casi di variante brasiliana in Abruzzo
• Il Regno Unito è il primo paese in Europa a superare i centomila morti per Covid.
• La Svezia sospende il pagamento alla Pfizer per i vaccini
• Una giudice ha approvato un risarcimento di 17 milioni di dollari per le donne che avevano subito molestie sessuali da Harvey Weinstein
• Ieri sera, per la prima volta da quando è entrato in carica, Joe Biden ha telefonato a Vladimir Putin. I due presidenti hanno deciso di non far scadere il trattato Start, che fissa il tetto di 1.550 testate nucleari strategiche per parte
• Per il bambino trovato impiccato a Bari la Procura indaga per istigazione al suicidio ma l’ipotesi più accreditata è quella della morte accidentale
• Sedici arresti per mafia a Palermo. Fermato il boss Cusimano, che durante il lockdown ha distribuito pacchi di cibo ai poveri dello Zen
• Sarà Andrea Orcel il nuovo ceo di Unicredit dopo Jean Pierre Mustier. Il titolo vola a Piazza Affari
• Due giornate di squalifica ad Antonio Conte per lo sfogo contro l’arbitro Maresca
• Coppa Italia, l’Inter batte il Milan 2-1 e va in semifinale. Lukaku e Ibrahimović hanno quasi fatto a botte
• Papu Gomez lascia l’Atalanta e passa al Siviglia

Clamoroso

Investimenti stranieri in Italia nell’anno 2020: zero (dati Onu) [Mastrolilli, Sta].

Condividi
Giorgio Dell'Arti

Nasce a Catania il 4 settembre 1945. Giornalista dal ’69 a Paese sera. Passa a Repubblica nel ’79: inviato, caposervizio, redattore capo, fondatore e direttore per quattro anni del Venerdì, editore del mensile Wimbledon. Dirige l’edizione del lunedì de Il Foglio, è editorialista de La Stampa e La Gazzetta della sport e scrive per Vanity fair e Il Sole 24 ore. Dell’Arti è uno storico di riconosciuta autorevolezza, specializzato in biografie; ha pubblicato (fra gli altri) L’uomo di fiducia (1999), Il giorno prima del Sessantotto (2008) e l’opera enciclopedica Catalogo dei viventi - 7247 italiani notevoli (2008, riedizione de Catalogo dei viventi - 5062 italiani notevoli, 2006). Tra gli ultimi libri si ricordano: Cavour - Vita dell’uomo che fece l’Italia (2011); Francesco. Non abbiate paura delle tenerezza (2013); I nuovi venuti (2014); Moravia. Sono vivo, sono morto (2015); Bibbia pagana (2016).

Ultimi articoli

I lavoratori di Amazon respingono il sindacato

I lavoratori di Amazon respingono il sindacato. Voto sbilanciato in un magazzino dell'Alabama. I lavoratori di un gigantesco magazzino dell'Amazon…

11 Aprile 2021

Economia: contraddizioni e speranze

L'acqua è abbondante, ma il cavallo non beve. Le banche sono piene di quattrini, mentre…

11 Aprile 2021

L’enigma di Galilei

Mentre l'enigmistica di oggi, pur disponendo di notevoli mezzi di diffusione, non ha una precisa…

10 Aprile 2021

Il rischio calcolato

La definizione è lapidaria, impossibile equivocare.Eventualità di subire un danno connessa a circostanze più o…

10 Aprile 2021

Dalla globalizzazione produttiva alla glebalizzazione tecnofinanziaria

In uno dei monologhi più famosi della storia del cinema, l’attore Ned Beatty, nel ruolo…

10 Aprile 2021

Gli immobili destinati agli uffici possono rimanere vuoti, danneggiando le città

Gli immobili destinati agli uffici possono rimanere vuoti, danneggiando le città. Prosegue il lavoro remoto. Il valore…

9 Aprile 2021