Categorie: Network

I folli possono insegnare la follia (e avere successo)

Vaniel Maestosi e Glauco Almonte, uniti da sempre dalla stessa passione, insieme hanno coltivato il loro desiderio di promuovere la cultura attraverso la creazione di eventi e manifestazioni. Alcuni dei loro eventi più noti, creati, organizzati e diretti con la loro associazione culturale Factotum, con coraggio e determinazione (e se vogliamo, un pizzico di follia!) sono:

  • Nel 2007 “Est Film Festival” a Montefiascone, manifestazione cinematografica dedicata agli autori emergenti attorno alla quale si sviluppa un lavoro sul territorio di vera a propria imprenditoria culturale,
  • Nel 2017 “Civita Cinema“, manifestazione dedicata alla settima arte in tutte le sue forme sul territorio di Bagnoregio e della sua perla Civita di Bagnoregio,
  • Cinema & Terme“, una rassegna dei titoli più interessanti del momento da vedere immersi nella vasca monumentale delle Terme dei Papi di Viterbo.

Il grandioso riscontro dei loro eventi è la prova che l’impegno, la determinazione, la professionalità, la passione ed anche quel pizzico di follia sono gli ingredienti fondamentali per il successo.

Oggi, Vaniel e Glauco, docenti d’eccezione all’università della Tuscia presentano il Corso “Imprenditoria Culturale: Fare Impresa costruendo Eventi”.

Quando oltre 15 anni fa abbiamo iniziato, molti ci credevano dei folli visionari. Oggi invece abbiamo addirittura il privilegio di poter insegnare in cinque lezioni il nostro originale mestiere all’università degli studi della Tuscia, in stretta collaborazione con il dipartimento Disucom. Un sogno che si avvera? Certamente, ma anche una visione che si completa. Ringraziamo il rettore Stefano Ubertini e i professori Giuseppe Calabrò e Giovanni Fiorentino per questa splendida occasione” hanno dichiarato congiuntamente Maestosi e Almonte.

“Imprenditoria culturale: fare impresa costruendo eventi”.

Il Laboratorio e Tirocinio on line, tenuto da Vaniel Maestosi e Glauco Almonte, professionisti del settore si terrà dal 26 novembre al 10 dicembre 2020 sulla piattaforma Zoom. Cinque appuntamenti, ogni giovedì e lunedì sempre alle ore 15.00, per insegnare come costruire un evento, rendendolo anche un’impresa economica.

Il corso punterà a promuovere la figura, ancora in gran parte nebulosa, dell’imprenditore culturale e dell’organizzazione di eventi legati ad esso, che sono uno dei possibili e nuovi ruoli moderni della nostra società.

Sarà un laboratorio-tirocinio, diviso in 5 appuntamenti da circa 2 ore l’uno, che si pone l’obiettivo di insegnare agli studenti un metodo preciso per rendere un evento culturale, anche un vero e proprio lavoro, appunto come dice il titolo un’Impresa economica.

Le cinque lezioni (che si svolgeranno in modalità totalmente digitale) saranno come un vocabolario di conoscenze, esperienze, racconti, metodi, analisi, piani economici e culturali, con l’obiettivo di fornire moltissimi dettagli, le metodologie e le informazioni per poter realizzare un evento o un progetto culturale, abbinando la bellezza del percorso intrapreso alla concretezza di un’attività lavorativa. Ogni lezione descriverà un metodo tracciato dallo schema proposto di seguito:

  • GIOVEDÌ 26 NOVEMBRE 2020 – ORE 15:00 “NASCITA DI UN EVENTO CULTURALE”
    Lezione di Vaniel Maestosi
  • LUNEDÌ 30 NOVEMBRE 2020 – ORE 15:00 “REPERIMENTO E GESTIONE FONDI PUBBLICI”
    Lezione di Glauco Almonte
  • GIOVEDÌ 3 DICEMBRE 2020 – ORE 15:00 “REPERIMENTO E GESTIONE SPONSOR”
    Lezione di Vaniel Maestosi
  • LUNEDÌ 7 DICEMBRE 2020 – ORE 15:00 “STRUTTURA GENERALE DI UN EVENTO CULTURALE”
    Lezione di Glauco Almonte
  • GIOVEDÌ 10 DICEMBRE 2020 – ORE 15:00 “REALIZZAZIONE DI UN EVENTO CULTURALE”
    Lezione di Vaniel Maestosi e Glauco Almonte

Al termine del corso formativo sarà previsto uno stage con gli studenti partecipanti per completare il percorso, in forma totalmente digitale, che partirà l’11 gennaio, per terminare il 31 gennaio 2021. Lo stage sarà gestito dall’associazione culturale Factotum e tenuti sempre da Vaniel Maestosi e Glauco Almonte, rispettivamente presidente e vice-presidente dell’associazione. Ogni studente lavorerà autonomamente ad un proprio progetto sotto la supervisione dei due docenti, che seguiranno lo studente per aiutarlo in ogni criticità.

Condividi
Tiziana Passalacqua

33 anni e mamma di tre splendidi figli. Innamorata della mia famiglia e, molto spesso, più bambina io di loro! Adoro il mio lavoro che, oltre a regalarmi soddisfazioni, rappresenta il mio momento di svago durante le giornate super indaffarate!

Ultimi articoli

Gli eventi culturali estivi nell’alta Tuscia

Due giovani operatori culturali, Vaniel Maestosi e Glauco Almonte, hanno presentato la nuova stagione di…

23 Giugno 2021

Gran polemica per l’intervento del Vaticano sul ddl Zan

Gran polemica per l’intervento del Vaticano sul ddl Zan. Oggi Draghi interverrà in Parlamento. In…

23 Giugno 2021

L’Abruzzo torna alla Niaf. Questa volta di sicuro

Di Dom Serafini La National Italian-American Foundation (Niaf) insiste con l'Abruzzo, che torna ad essere…

23 Giugno 2021

Si vede tutto

Nel recente passato “la morte in diretta” fu la frase ad effetto per descrivere i…

23 Giugno 2021

La Suprema Corte decide che agli atleti delle università non può essere negata la paga

La Suprema Corte decide che agli atleti delle università non può essere negata la paga.  Ammontare…

22 Giugno 2021

Dal Vaticano: “Bloccate la legge Zan”

Il Vaticano ha presentato una «nota verbale» con cui chiede formalmente allo Stato italiano di…

22 Giugno 2021