Anteprima News

Il M5s voterà sì all’autorizzazione a procedere contro Salvini

Succede Oggi

Piogge e temporali in tutta Italia • Il Parlamento europeo si pronuncia su Malta e il delitto di Daphne Caruana Galizia • Si inaugura il nuovo Parlamento britannico • Fiducia al Senato sulla scuola • Incontro tra maggioranza e opposizione sulla legge elettorale • A Roma Berlusconi presenta il libro di Vespa • Concerto di Natale in Sant’Ambrogio a Milano • L’archivio Toscanini passa all’Istituto Gramsci di Torino • In sala il Pinocchio di Matteo Garrone e La dea Fortuna di Ferzan Ozpetek • Brachetti al Colosseo di Torino • Su Rai Uno Sanremo giovani con Amadeus, su Sky debutta il nuovo Masterchef • Il Vangelo di oggi: Zaccaria ed Elisabetta.

Luigi Di Maio ha fatto sapere che voterà e farà votare sì all’autorizzazione a procedere contro Matteo Salvini. Il tribunale dei ministri di Catania ha chiesto per la seconda volta alla giunta dell’immunità del Senato di processare il capo leghista. L’accusa: sequestro di persona per i 131 migranti bloccati lo scorso luglio a bordo della nave della Guardia costiera Gregoretti. Fu loro proibito, per disposizione di Salvini in quel momento ministro dell’Interno, di scendere a terra per cinque giorni. Salvini s’è detto curioso «di vedere se il M5s voterà come nel caso Diciotti, visto che questa vicenda è della stessa fattispecie». Nel caso Diciotti, essendo Lega e M5s alleati di governo, i grillini votarono contro il processo. Di Maio, ieri sera a Porta a Porta, ha spiegato che stavolta sarà diverso: «Quando un anno prima bloccammo la Diciotti, era perché l’Europa non ci ascoltava. Facemmo la voce grossa e poi riuscimmo ad ottenere la redistribuzione in altri Paesi europei. Un anno dopo, la redistribuzione funzionava, quindi il blocco della Gregoretti non fu un’azione decisa dal governo, ma dal ministro dell’Interno Salvini. In questo caso l’interesse pubblico prevalente non c’era, fu un’azione personale, tanto che dopo li fece sbarcare».

Luigi Di Maio

L’Italia, in seguito ai respingimenti dei migranti libici, è stata denunciata al Comitato per i diritti umani delle Nazioni Unite. Azione formale avviata dal Global Legal Action Network (Glan), per conto di un cittadino sud-sudanese che nel novembre del 2018 era stato riportato con la forza, insieme ad altri 90 migranti, in un porto libico dopo essere stato salvato da un mercantile nel Mediterraneo.

Cultura e Spettacoli

Da oggi nelle sale Pinocchio di Matteo Garrone, con Federico Ielapi, Roberto Benigni, Gigi Proietti, Rocco Papaleo e Massimo Ceccherini. Giuseppe Videtti su il Venerdì (la Repubblica): «Geppetto: “Pinocchio, dì qualcosa”. Il burattino: “Babbooo”. Geppetto: “M’è nato un figlio!”. Roberto Benigni, invecchiato e barba bianca, è una maschera pazzesca, impressionante, inedita. Nella basilica di Sant’Ambrogio a Milano concerto di Natale dell’Orchestra sinfonica Carlo Coccia diretta da Massimiliano Caldi (ore 21). Altri concerti: Francesco Renga è al Teatro Municipale Romolo Valli di Reggio Emilia, Nek al Nuovo Teatro Carisport di Cesena (Forlì-Cesena), Ludovico Einaudi al Teatro Dal Verme di Milano, Fabrizio Moro al Teatro Ariston di Sanremo (Imperia), Niccolò Fabi al Teatro Auditorium Santa Chiara di Trento, Cristina Donà al Teatro Aurora di Scandicci (Firenze), Giovanni Allevi al Teatro Metropolitan di Catania; i Jethro Tull sono al Capitol di Pordenone, i Massimo Volume al Mood Social Club di Rende (Cosenza).

CLICCA QUI e ricevi gratuitamente anteprima completa via mail per un mese

Condividi
Giorgio Dell'Arti

Nasce a Catania il 4 settembre 1945. Giornalista dal ’69 a Paese sera. Passa a Repubblica nel ’79: inviato, caposervizio, redattore capo, fondatore e direttore per quattro anni del Venerdì, editore del mensile Wimbledon. Dirige l’edizione del lunedì de Il Foglio, è editorialista de La Stampa e La Gazzetta della sport e scrive per Vanity fair e Il Sole 24 ore. Dell’Arti è uno storico di riconosciuta autorevolezza, specializzato in biografie; ha pubblicato (fra gli altri) L’uomo di fiducia (1999), Il giorno prima del Sessantotto (2008) e l’opera enciclopedica Catalogo dei viventi - 7247 italiani notevoli (2008, riedizione de Catalogo dei viventi - 5062 italiani notevoli, 2006). Tra gli ultimi libri si ricordano: Cavour - Vita dell’uomo che fece l’Italia (2011); Francesco. Non abbiate paura delle tenerezza (2013); I nuovi venuti (2014); Moravia. Sono vivo, sono morto (2015); Bibbia pagana (2016).

Ultimi articoli

7 colpi di machete

Un pò di tempo fa lessi una storia che mi fece pensare molto. Durante un…

9 Luglio 2024

È meglio un team omogeneo oppure diverso al suo interno?

Di recente ho letto il libro "PROGETTARE EMOZIONI" di Greg Hoffman e non ho potuto…

9 Luglio 2024

Tutto serve. Sempre.

Ieri un giovane amico mi ha chiamato, triste, non tutto va sempre come vorremmo. Non…

9 Luglio 2024

Il tempo è una risorsa de-finita

Il LinkedIn Top Post di oggi è di Marco Siniscalchi e ci parla dell'importanza del…

9 Luglio 2024

Carburante auto: perché il consumo aumenta eccessivamente?

L’aumento del costo del carburante lo notiamo subito: a parità di cifra spesa per un…

5 Luglio 2024

La Città Ideale: un Festival multiforme e sperimentale a Roma

L’apprezzato Festival La Città Ideale giunge quest’anno alla sua ottava edizione e torna, come ogni…

19 Giugno 2024