Anteprima News

La Scozia può far implodere lo UK

Succede Oggi:

Nuvole e un po’ di pioggia su gran parte del Nord. Sole e qualche nuvola sul resto d’Italia. Temperature in lieve aumento • Voto di fiducia sul maxi-emendamento a cui è stata ridotta la Legge di Bilancio • Vertice di maggioranza: Zingaretti chiede agli alleati un “chiarimento definitivo” • Si inizia il processo Cucchi quater, dedicato ai depistaggi • Sorteggio per gli ottavi di Champions • Agricoltura e pesca a Bruxelles, con la Bellanova • Boris Johnson annuncia il suo governo • Il libro di Simona Ventura al Circolo dei Lettori di Torino • La biograia di papa Francesco scritta da Tiziana Lupi • Le calzature nel mondo classico a Firenze • Ricordo di Furio Scarpelli alla Casa del Cinema di Roma • Cagliari-Lazio su Sky Sport • Maurizio Battista su Rai Due e Fiamma Satta su Rai Tre • Il Vangelo di oggi: Gesù e i capi dei sacerdoti.

La Scozia può far implodere lo UK

Nelle elezioni inglesi di giovedì, il partito nazionalista scozzese di Nicolas Sturgeon (Snp) è stato votato dal 45% degli elettori e ha conquistato 48 seggi su 59. La Nicolas Sturgeon e i suoi sono europeisti convinti (62% a favore del Remain nel referendum del 2016) e non hanno nessuna intenzioni di andare dietro alla Brexit di Boris Johnsono. Chiederanno un nuovo referendum per separarsi dalla Gran Bretagna e restare con Bruxelles. Cioè, la Gran Bretagna così come l’abbiamo conosciuta potrebbe andare in pezzi. Boris Johnson ha già fatto sapere che quando gli scozzesi gli chiederanno questo referendum – la prossima settimana – risponderà di no.
«La Scozia rischia di diventare una nuova, esplosiva Catalogna. Nel referendum sull’indipendenza 2014, perso dai secessionisti, molti cittadini votarono per restare nel Regno Unito. Rendersi indipendenti allora avrebbe significato uscire dall’'”insopportabile Britannia” ma anche dall’amata Ue. E se Londra, all’epoca pieno membro Ue prima di Brexit, fosse rimasta nei palazzi di Bruxelles, ogni tentativo per la Scozia indipendente di entrare in Europa sarebbe stato negato – per ripicca – dal veto britannico. Ecco perché Sturgeon e i suoi ora non ci stanno: non vogliono essere sbattuti fuori dall’Ue insieme alla brexiter Londra ed esigono un secondo referendum sull’indipendenza, “perché è cambiato tutto nel frattempo”, secondo Sturgeon. » [Guerrera, Rep].

bandiera scozia

Clamoroso
Netflix vuole proiettare film e serie a una velocità una volta e mezza superiore al normale. È un modo di far diventare 36 le 24 ore di programmazione. Stranezze soprattutto con l’audio [Del Vigo, Giornale].

In prima pagina
• Approvato il decreto per salvare la Popolare di Bari. 900 milioni e creazione di una Banca d’investimento.
• Undici morti sulle strade del week-end
• La spaccatura di governo fa infuriare il Pd che chiede chiarimenti
• Ieri, per la prima volta, 150 sardine si sono riunite per decidere il futuro delle piazze. In tv Santori ha detto che vuole raggiungere il 25% dei consensi
• Con il Conte 2, in tv schizzano le presenze di Gualtieri e Meloni. Crollano quelle di Salvini, Di Maio e Conte. Renzi si vede un po’ di più anche per via delle inchieste su Open
• Di Maio vola in Libia per far tornare al-Serraj e Haftar a una soluzione diplomatica. Non sarà una missione facile: Italia e Ue sono state ferme per troppo tempo e ora Haftar è alle porte di Tripoli
• Cop 25, niente accordo a Madrid. La trattativa fallita è stata rinvia a Bonn. Indignati gli ambientalisti, da Greta a Greenpaece
• Venerdì in Australia si toccheranno i 50,8 gradi. Sarà il giorno più caldo di sempre
• Corbyn si scusa per la sconfitta e promette un nuovo leader
• Si è dimesso Antonio Fosson, il presidente della Valle d’Aosta indagato per voto di scambio politico mafioso
• Abdelmadjid Tebboune è il nuovo presidente dell’Algeria. Proteste
• Condannato a due anni di prigione Omar al-Bashir, ex presidente del Sudan. È stato accusato di corruzione per i 25 milioni di dollari ritrovati sotto al suo letto
• In Texas, l’esecuzione di Travis Runnels, l’uomo che sgozzò un agente
• Terremoto magnitudo 6.8 nelle Filippine, almeno 4 morti
• Miss Universo è giamaicana, ha 23 anni, fa la psicologa e vuole diventare medico. È la prima volta che tutte i principali concorsi di bellezza incoronano una donna di colore
• Tel Aviv-Gerusalemme in 34 minuti con l’alta velocità. Dopo undici anni di lavori le due città più popolate di Israele saranno collegate con una nuova linea costata oltre un miliardo in più rispetto al previsto
• Disinnescata la bomba a Brindisi. L’evacuazione più grande d’Italia si è svolta senza problemi
• Le vittorie di Brescia, Parma, Samp, Bologna, Roma e Juve. La Fiorentina ferma l’Inter.

Cultura e Spettacolo

Al Circolo dei Lettori di Torino presentazione di Turbopopulismo di Marco Revelli con Luca Telese (Solferino) (ore 18), in cui il sociologo, dialogando con il giornalista, prova a individuare le radici sociali della crescita dei movimenti populisti, e a offrire una possibile alternativa. Al Circolo dei Lettori di Torino presentazione di Codice Ventura di Simona Ventura (Sperling&Kupfer) (ore 21). Concerto di Natale al Teatro Regio di Torino (ore 20.30). Altri concerti: Francesco Renga è al Teatro Odeon di Biella, Giovanni Allevi al Teatro Morlacchi di Perugia, Fabrizio Bosso in piazza Salotto a Pescara; Gino Paoli e Danilo Rea sono al Teatro Metastasio di Prato.

CLICCA QUI e ricevi gratuitamente anteprima completa via mail per un mese

Condividi
Giorgio Dell'Arti

Nasce a Catania il 4 settembre 1945. Giornalista dal ’69 a Paese sera. Passa a Repubblica nel ’79: inviato, caposervizio, redattore capo, fondatore e direttore per quattro anni del Venerdì, editore del mensile Wimbledon. Dirige l’edizione del lunedì de Il Foglio, è editorialista de La Stampa e La Gazzetta della sport e scrive per Vanity fair e Il Sole 24 ore. Dell’Arti è uno storico di riconosciuta autorevolezza, specializzato in biografie; ha pubblicato (fra gli altri) L’uomo di fiducia (1999), Il giorno prima del Sessantotto (2008) e l’opera enciclopedica Catalogo dei viventi - 7247 italiani notevoli (2008, riedizione de Catalogo dei viventi - 5062 italiani notevoli, 2006). Tra gli ultimi libri si ricordano: Cavour - Vita dell’uomo che fece l’Italia (2011); Francesco. Non abbiate paura delle tenerezza (2013); I nuovi venuti (2014); Moravia. Sono vivo, sono morto (2015); Bibbia pagana (2016).

Pubblicato da

Ultimi articoli

Meloni, Salvini e Berlusconi riempiono piazza del Popolo

La Meloni, Salvini e Berlusconi riempiono piazza del Popolo, a Roma, per la chiusura della…

23 Settembre 2022

È scattata la fuga dalla Russia

Putin ha annunciato la mobilitazione parziale di 300 mila soldati: «Useremo ogni mezzo per proteggerci.…

22 Settembre 2022

Alla scoperta dell’Italia in auto, gli itinerari in viaggio con la 4 ruote, interessante la scelta del noleggio

Da viversi intensamente in coppia, con amici o famigliari, il viaggio in auto è un’occasione…

21 Settembre 2022

Nel Donbass, a Kherson e Zaporižžja si terranno i referendum per l’annessione alla Russia

Da dopodomani fino al 27 settembre nel Donbass, a Kherson e Zaporižžja si terranno i…

21 Settembre 2022

Sul voto di domenica incombe il ricorso di Marco Cappato

Sul voto di domenica incombe il ricorso di Marco Cappato, che chiede di riammettere la…

20 Settembre 2022

Vogliamo, ma se lo troviamo a meno…

Il LinkedIn Top Post di oggi 19/09/2022 è di Massimo Chiriatti e ci deve far…

19 Settembre 2022