La pecora nera

Rivoli: Combal.Zero, ristorante gourmet

Abbiamo fatto un’eccezione per inserire Combal.Zero in questa guida dedicata alla città di Torino, ma la vicinanza di Rivoli e soprattutto la genialità dello chef la giustificano appieno. Difficile descrivere la cucina di Davide Scabin, tanto è innovativa e particolare: tecnica stratosferica, piatti senza sbavature, in un equilibrio trovato in modo complesso, non con la semplice contrapposizione di consistenze, temperature, texture e tendenze. Il menù stesso è molto originale con la proposta degustazione di 10 portate – che viene servita alla rovescia, partendo da quelli più impegnativi per poi passare piano piano a quelli più freschi e acidi, volendo con abbinamento al bicchiere.

Rivoli: Combal.Zero, ristorante gourmet (facebook.com)

Sull’altra facciata si trova la proposta alla carta seguita dai piatti “vintage”, quelli che hanno fatto la storia del ristorante; volendo si può optare per il menù Composit che consente di pescare liberamente 4 portate dalla carta e da alcuni “vintage” indicati al momento dell’ordinazione. L’attenzione per i dettagli è massima, dalla carta delle acque a quella dei caffè, passando per una lista dei vini da amatori e per alcune accortezze quali la sostituzione del bicchiere dopo la fruizione del mitico cyber eggs. Questo è probabilmente il piatto simbolo di Scabin: un tuorlo d’uovo servito con caviale e gocce di vodka all’interno di una pellicola di Domopack a ricreare un guscio trasparente da incidere con un bisturi per poi succhiare il contenuto in un sol boccone, facendolo seguire da uno shottino alla vodka. Una vera esplosione di gusto, impossibile da raccontare!

Era stato preceduto dal cocktail di benvenuto a base di infuso di rosmarino e dalle coccole della cucina consistenti in dei bocconcini di pollo con le mandorle, conchiglione di pasta con seppia marinata e spuma al wasabi, uovo di quaglia su chips di mais e salsa di arachidi e crocchetta di ceci e guacamole, oltre che dal ricco cestino del pane accompagnato dal burro d’Isigny. Altro piatto eccellente la scaloppa di mango e foie gras d’anatra, quest’ultimo avvolto da frutto della passione a dare la giusta acidità, insieme mitigato dal frollino piccante servito a parte.

Molto buono pure il risotto con foie gras d’anatra e carciofi, piatto dalla cottura millimetrica con l’unico piccolo difetto dell’ortaggio in scarsa evidenza. Strepitoso, invece, il rognone tagliato cotto a bassa temperatura e tagliato sottilissimo, servito con una brunoise di cetriolo su una salsa di gin e Champagne, accompagnato da un mini gin tonic preparato al tavolo con un ottimo distillato piemontese. Finale affidato alla fusione a freddo, un dolce a base di tante varietà di frutta, spiccatamente acido, servito con un tuorlo d’uovo riempito di crema alla vaniglia in un equilibrio perfetto, seguito da un mini krapfen ripieno di crema pasticcera.

Combal.Zero: ambiente

Siamo all’interno del Castello di Rivoli, in un contesto di rara bellezza. Saliti alcuni gradini si entra in una struttura moderna che si sviluppa in lunghezza, arredata con grande classe e giusto spazio fra i tavoli.

Servizio: Perfetto: professionale, fluido, simpatico, mai pressante. Impossibile chiedere di più.

Voto 5/5

Combal.Zero, Piazza Mafalda di Savoia – Rivoli. Telefono 011/9565225.

Recensione tratta da “Il Saporario – Torino” de La Pecora Nera Editore.

Condividi
La Pecora Nera

Innanzitutto perché Pecora Nera? Perché vogliamo essere una voce fuori dal coro nel mondo dell’enogastronomia. E’ sotto gli occhi di tutti quello che sta avvenendo con la cucina e il vino da tempo diventati un fenomeno di massa e di costume: gli interessi economici sono cresciuti a dismisura e gli investimenti pubblicitari “guidano” ormai gran parte dei contenuti dell’editoria di settore. Il nostro punto di forza è il non avere conflitti di interesse con i soggetti valutati in modo critico nelle nostre guide, così da poter scrivere nell’interesse unico del lettore. Per scriverci: info@lapecoranera.net

Ultimi articoli

I miei 7 segreti per utilizzare LinkedIn in modo perfetto

Il LinkedIn Top Post di oggi è di Richard van der Blom e ci illustra…

27 Gennaio 2023

Faccia a faccia di tre ore tra Nordio e Meloni

Faccia a faccia di tre ore tra Nordio e Meloni. Si sono ripromessi di «dare…

27 Gennaio 2023

Kintsukuroi: come trasformare le avversità in vere opportunità

Ciao, piacere di conoscerti! Mi chiamo Davide Mastrosimone e sono l'ideatore de "Libri per il…

26 Gennaio 2023

La maggioranza si spacca sull’immigrazione

La maggioranza si spacca sull’immigrazione. Gli emendamenti della Lega al decreto Piantedosi sono stati dichiarati…

26 Gennaio 2023

Devi fare meno meeting!

Quando l'ordine arriva dall'alto, dal tuo interno, le cose sono diverse. Shopify introduce da oggi una…

25 Gennaio 2023

Cosa succede nel mondo…

Il LinkedIn Top Post di oggi è un video proposto da Jason Hood, ci illustra…

25 Gennaio 2023