Trump perdona altri due personaggi dell’inchiesta sulla Russia. Mossa audace.

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES DEL 23/12/2020

Ieri Trump ha emesso un decreto di perdono per due suoi ex-collaboratori inquisiti nell’inchiesta di Muller sulla Russia, quattro paramilitari inquisiti per la morte di civili iracheni e tre parlamentari repubblicani in carcere per corruzione. I due coinvolti nell’inchiesta sulla Russia sono George Papadopoulos, consigliere di Trump per la politica estera, e Alex van der Zwann, avvocato, entrambi rei confessi di aver mentito a funzionari federali che indagavano sul coinvolgimento della Russia nella politica di Trump. Questi perdoni sono un segnale di altri a venire, data l’ampiezza dell’inchiesta di Muller.

PRIMA PAGINA

– Gli USA e Pfizer vicini a un accordo per altri milioni di dosi. Il governo e la Pfizer sono vicini a chiudere un accordo secondo il quale la compagnia farmaceutica aumenterebbe il rifornimento di vaccino agli USA di decine di milioni di dosi l’anno prossimo. Nelle trattative, il governo chiede altri 100 milioni di dosi da aprile a giugno, la Pfizer dice che è in grado di produrne 70, ma forse di più se potesse avere un migliore accesso a macchinari e materie prime di cui dispongono gli USA. Il governo sta lavorando in tal senso per dare alla compagnia accesso a nove prodotti specializzati di cui la Pfizer ha bisogno.

– Sotterrati nella legge di aiuti per la pandemia: miliardi per i ricchi.  Materia molto difficile da capire e ancor più da spiegare se non si è contabili specializzati. Il guadagno dei ricchi deriva soprattutto da esenzioni da tasse. Lo stesso Trump, che non e’ certo ostile ai super-ricchi, ha chiesto delle revisioni dicendo: ” Il Congresso trova un sacco di soldi per paesi stranieri e per interessi speciali, mentre manda il minimo agli Americani che ne hanno bisogno”.

–  Come le città hanno perso il controllo dei loro corpi di polizia. Dopo la morte di George Floyd e altri neri per mano della polizia, e le conseguenti proteste e marce, le polizie di molte città affrontano nuove leggi, ma ogni cambiamento significativo esige il difficile smantellamento di regolamenti interni accumulatisi nei decenni soprattutto ad opera dei sindacati, che difendono a oltranza i poliziotti in qualunque situazione.

– Il virus mutante va in giro. Proibizioni di viaggio non fermano l’espansione. Paese dopo paese, tutti si sono  affrettati a chiudere i viaggi con l’Inghilterra, ma e’ probabilmente troppo tardi. Secondo gli esperti, la variante è già fuori dall’isola e dobbiamo combatterla come abbiamo fatto fino ad adesso con il virus “normale”.  

– Sono sotto i 25 anni e senza lavoro, e le loro prospettive non sono buone. A New York, i giovani sono colpiti più duramente dai licenziamenti. New York City è stata colpita più duramente dalla crisi economica che ogni altra città d’America, ma a nessun gruppo è andata peggio che ai lavoratori giovani. In settembre, il 19% dei giovani avevano perso il lavoro, contro il 14% del totale. I giovani sono stati più vulnerabili perchè addetti soprattutto ad attività di servizi  che sono state le più colpite dalla pandemia.  

PAGINE INTERNE

Errori nel pulsiossimetro a dito. Uno studio ha dimostrato che l’apparecchio per misurare il livello di ossigeno nel sangue fa errori con pazienti di colore.

– Bisogni finanziari per le scuole. L’aiuto previsto dal parlamento per le scuole pubbliche non e’ sufficiente a coprire una minacciosa crisi finanziaria, hanno detto i distretti scolastici.

– Appena un “anticipo” dell’aiuto. Il giorno dopo che il parlamento ha raggiunto l’accordo per la legge sullo stimolo da 900 miliardi, il Presidente-Eletto Biden ha detto che cercherà di ottenere di più.

– Nuovo senatore in California. Alex Padilla, responsabile delle relazioni con l’estero della California, rimpiazzerà la Harris nei due anni mancanti del suo mandato al senato.

– Walmart sotto accusa per l’oppio. Il ministero della giustizia ha dichiarato che Walmart ha alimentato la crisi dell’oppio permettendo alle sue farmacie di accettare dubbiose ricette mediche.

– Collasso del governo in Israele. Una crisi di budget ha portato allo scioglimento del parlamento e conseguenti future elezioni che saranno le quarte in due anni.

Condividi
Umberto Bonetti

Umberto Bonetti, nato a Torino nel 1938, laureato in legge e scienze politiche Carriera: RAI di Milano (1962/1967), RAI di Montevideo (Uruguay) (1968/1974), RAI CORPORATION (1974/2000) a New York e Los Angeles. . Dal 2000 in pensione, con vari incarichi di consulenze. Volontariato: Peace Corps in El Salvador, United Nations in Sudan, Unesco in Afghanistan, Unione Europea in Bangladesh. A New York: Metropolitan Museum, Meals on Wheels (distribuzione pasti).

Pubblicato da
Tag: trump

Ultimi articoli

Il patto di difesa degli Stati Uniti con l’Australia disturba la Francia

Il patto di difesa degli Stati Uniti con l'Australia disturba la Francia. Dissidio sulla politica con…

17 Settembre 2021

Ville vesuviane. Non solo il miglio d’oro

Quando si dice ville vesuviane il pensiero, giustamente, corre subito a quel lungo tratto di…

17 Settembre 2021

Guidonia Montecelio: esempio dei danni provocati dallo scontro tra Comune e Regione sulla gestione rifiuti di Roma

di Carmine Laurenzano Una situazione critica che riguarda il territorio di Guidonia Montecelio e non…

17 Settembre 2021

Utilizzare più etica e includere persone formate in filosofia per trattare i temi dell’intelligenza artificiale

Nel mondo dell'industria, il crescente sviluppo di nuove tecnologie come la robotica, l'intelligenza artificiale (AI)…

17 Settembre 2021

Dal 15 ottobre il green pass sarà obbligatorio per tutti i lavoratori

Dal 15 ottobre il green pass sarà obbligatorio per tutti i lavoratori, pubblici e privati,…

17 Settembre 2021

La linea politica per la terza dose è dubbia

La linea politica per la terza dose è dubbia, mentre aumenta il dissenso. Studi contrapposti aumentano…

16 Settembre 2021