Categorie: Anteprima NewsOggi

Bambino lasciato senza regalo a scuola dalle maestre perchè “cattivo”

«È l’ultimo giorno di scuola e, come da tradizione, le maestre distribuiscono un dono ai bambini della scuola materna. In classe c’è emozione tra i piccoli alunni e anche Giovanni (nome di fantasia), 4 anni appena compiuti non vede l’ora di scartare il suo. Che cosa sarà? Chiede emozionato a un amichetto mentre le maestre hanno iniziato a distribuire i regali. Lo saprà poco dopo quando i pacchi saranno finiti e lui resterà a mani vuote. Un errore? Macché, una punizione, perché Giovanni è stato “cattivo”, anzi “troppo agitato a causa del suo carattere”, spiegano le insegnanti mentre il piccolo alunno ha i lucciconi agli occhi. “Se ti comporterai bene lo avrei a gennaio”, aggiungono le insegnanti mentre gli altri bambini hanno già iniziato a giocare con i doni. Giovanni è l’unico a uscire da scuola senza avere in mano il pacchetto natalizio e si vergogna tanto, è mortificato. Torna a casa e in lacrime racconta tutto alla mamma. La signora quasi non ci crede, pensa a un fraintendimento, poi chiama la scuola e, secondo il racconto che poi farà sui social, riceve una conferma che ha il sapore della beffa. La notizia in poco tempo diventa virale sui social con una raffica di commenti contro le insegnanti e di consolazione per il piccolo protagonista della storia. Che viene pubblicata anche sul Tirreno. La preside della scuola della Versilia si scusa con i genitori e chiede alla mamma del bambino di poterla incontrare. Ma il provveditore di Lucca, Donatella Buonriposi, fa sapere di aver disposto l’apertura di un’indagine interna e non esclude un provvedimento disciplinare contro le maestre» [Gasperetti, Corriere della Sera].

Le maestre si sono pentite. Hanno spedito una mail in cui dicono: «Chiediamo scusa per aver preso una decisione sbagliata e ci dispiace per il bambino», ricordano il «momento difficile» in cui sono chiamate a «operare», e aggiungono: «Siamo ulteriormente dispiaciute perché in tanti anni di lavoro non ci siamo mai messe in una situazione di questo tipo né vorremmo che ne risentisse la scuola che da sempre è stata apprezzata dai genitori» [Montanari, Rep].

Condividi
Giorgio Dell'Arti

Nasce a Catania il 4 settembre 1945. Giornalista dal ’69 a Paese sera. Passa a Repubblica nel ’79: inviato, caposervizio, redattore capo, fondatore e direttore per quattro anni del Venerdì, editore del mensile Wimbledon. Dirige l’edizione del lunedì de Il Foglio, è editorialista de La Stampa e La Gazzetta della sport e scrive per Vanity fair e Il Sole 24 ore. Dell’Arti è uno storico di riconosciuta autorevolezza, specializzato in biografie; ha pubblicato (fra gli altri) L’uomo di fiducia (1999), Il giorno prima del Sessantotto (2008) e l’opera enciclopedica Catalogo dei viventi - 7247 italiani notevoli (2008, riedizione de Catalogo dei viventi - 5062 italiani notevoli, 2006). Tra gli ultimi libri si ricordano: Cavour - Vita dell’uomo che fece l’Italia (2011); Francesco. Non abbiate paura delle tenerezza (2013); I nuovi venuti (2014); Moravia. Sono vivo, sono morto (2015); Bibbia pagana (2016).

Pubblicato da

Ultimi articoli

Biden denuncia gli stati che hanno tolto l’ordine delle mascherine

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES (TITOLO+COMMENTO) DEL 04/03/2021 Biden denuncia gli stati che hanno tolto l'ordine delle mascherine. Il…

4 Marzo 2021

Tasso di positività risalito al 5,8%

Ieri ci sono stati altri 347 morti di Covid. Il tasso di positività è risalito…

4 Marzo 2021

“L’altra Euridice” di Italo Calvino

Tutti o quasi conoscono la favola bella e antica di Orfeo ed Euridice, uno dei…

4 Marzo 2021

Accordo fatto per velocizzare la consegna del vaccino da una dose

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES DEL 03/03/2021 PRIMA PAGINA Abbastanza vaccino per ogni adulto in…

3 Marzo 2021

Il mistero dell’antilope: il caso Lockheed

Febbraio 2003. Partono gli alpini del contingente italiano in Afganistan. Salgono su aerei dalla sagoma…

3 Marzo 2021

Draghi firma il nuovo DPCM

Draghi ha firmato il nuovo dpcm, che sarà in vigore dal 6 marzo al 6…

3 Marzo 2021