Categorie: La pecora nera

Milano: Joia, ristorante vegetariano

Conferma di voto per il primo (e unico) ristorante vegetariano in Italia che ha conquistato ormai da anni una stella Michelin: Joia. Materie prime di qualità elaborate con creatività e con un occhio attento anche all’estetica del piatto. Se la sera una cena non è una spesa per tutte le tasche, a pranzo si può provare la cucina ad un prezzo più vantaggioso: 3 portate a scelta dal menù serale a 40€, oppure il piatto “quadro” a 25€ che si compone di 5 assaggi, acqua e caffè inclusi nel prezzo.

Noi abbiamo provato quest’ultimo, iniziando dal gustoso primo piatto che era un orzotto mantecato con crema di cime di rapa e barbabietole al profumo di limone, penalizzato in parte dalla dadolata di peperone messa sopra che andava a coprire leggermente il sapore complessivo. A seguire un fresco pinzimonio di verdure invernali con salsa di yogurt di soia, un semifreddo ai carciofi e delle patate al forno con crema di crescenza e paprika e contrasto al lampone, dal sapore poco definito. In chiusura un goloso muffin al caco e zenzero, seguito da un caffè giustamente estratto e dalla crema densa e persistente.

Milano: Joia, ristorante vegetariano (facebook.com)

Come sempre molto buono il pane servito, su richiesta, con dell’olio extravergine di qualità e nella bottiglia a norma. Sul versante bere, ben strutturata la lista dei vini, con presenze importanti dai ricarichi medio-alti.

Joia: ambiente

Superata la prima saletta occupata dal bistrot, si entra nella prima sala vera e propria del ristorante stellato; salendo dei gradini si accede a un’altra saletta con la cucina parzialmente a vista. L’arredo è essenziale ed elegante, con i tavoli ben dimensionati e apparecchiati.

Servizio: Gentile e preciso.

Voto 4,5/5

Joia, Via Panfilo Castaldi, 18 Porta Venezia – Milano. Telefono 02/29522124

Recensione tratta da “Il Saporario – Milano” de La Pecora Nera Editore.

Condividi
La Pecora Nera

Innanzitutto perché Pecora Nera? Perché vogliamo essere una voce fuori dal coro nel mondo dell’enogastronomia. E’ sotto gli occhi di tutti quello che sta avvenendo con la cucina e il vino da tempo diventati un fenomeno di massa e di costume: gli interessi economici sono cresciuti a dismisura e gli investimenti pubblicitari “guidano” ormai gran parte dei contenuti dell’editoria di settore. Il nostro punto di forza è il non avere conflitti di interesse con i soggetti valutati in modo critico nelle nostre guide, così da poter scrivere nell’interesse unico del lettore. Per scriverci: info@lapecoranera.net

Ultimi articoli

Continuano gli attacchi hacker alla Regione Lazio

"Questa notte i sistemi informativi della Regione Lazio hanno subito e respinto l'ennesimo attacco, resta…

3 Agosto 2021

“Non odiare” vince l’Arco d’Oro di Est Film Festival 2021, a “Il caso Braibanti” va l’Arco d’Argento

Mauro Mancini si aggiudica il premio Creval per il miglior Lungometraggio, Carmen Giardina e Massimiliano…

3 Agosto 2021

Cena sul caliscendi con menu “tutto non comprato”

Di Dom Serafini I "caliscendi" sono nove e sparsi lungo il chilometro (circa) del Molo…

3 Agosto 2021

Happy Holidays

Le pubblicazioni della rubrica riprenderanno il 20 settembre. Auguro a tutti di trascorrere buone vacanze!…

2 Agosto 2021

Netflix: le serie sull’invecchiare sorridendo!!

di Tiziana Buccico Finalmente tra le tante angosce e i tanti mutamenti che questa emergenza…

2 Agosto 2021

Georges Perec cruciverbista, anzi, enigmista

Lo scrittore francese Georges Perec fu un abile e prolifico autore, non soltanto di romanzi;…

31 Luglio 2021