Le grandi firme di Moondo

Artigiano, mastro oleario, giornalista e dirigente d’azienda, Giampaolo Sodano è nato a Roma. Prima di vincere nel 1966 un concorso ed entrare in Rai come funzionario programmi svolge una intensa attività pubblicistica come critico letterario e cinematografico. Nel 1971 è giornalista professionista. Nel 1979 è dirigente d’azienda della RAI. Nel 1983 è eletto deputato al Parlamento. Nel 1987 torna all’attività professionale in RAI ed è nominato vice-presidente e amministratore delegato di Sipra e successivamente direttore di Raidue. Nel 1994 è direttore generale di Sacis e l’anno successivo direttore di APC, direzione acquisti, produzioni e coproduzioni della Rai. Nel 1997 si dimette dalla RAI e diventa direttore di Canale5. Una breve esperienza dopo della quale da vita ad una società di consulenza “Comconsulting” con la quale nel 1999 collabora con il fondo B&S Electra per l’acquisizione della società Eagle Pictures spa di cui diventa presidente. Nel 2001 è eletto vicepresidente di ANICA e Presidente dell’Unidim (Unione Distributori). Dal 2008 al 2014 è vicepresidente di “Sitcom Televisione spa”. E’ stato Presidente di IAA. Sezione italiana (International Advertising Association), Presidente di Cartoons on the bay (Festival internazionale dei cartoni animati) e Presidente degli Incontri Internazionali di Cinema di Sorrento. Ha scritto e pubblicato “Le cose possibili” (Sugarco 1982), “Le coccarde verdemare” (Marsilio 1987), “Nascita di Venere” (Liguori editore 1995). Cambia vita e professione, diventa artigiano dell’olio e nel 1999 acquista un vecchio frantoio a Vetralla. Come mastro oleario si impegna nell’attività associativa assumendo l’incarico prima di vicepresidente e poi direttore dell’Associazione Italiana Frantoiani Oleari (AIFO). Con sua moglie Fabrizia ha pubblicato “Pane e olio. guida ai frantoi artigiani” e “Fuga dalla città”.
Giorgio Dell'Arti
Nasce a Catania il 4 settembre 1945. Giornalista dal ’69 a Paese sera. Passa a Repubblica nel ’79: inviato, caposervizio, redattore capo, fondatore e direttore per quattro anni del Venerdì, editore del mensile Wimbledon. Dirige l’edizione del lunedì de Il Foglio, è editorialista de La Stampa e La Gazzetta della sport e scrive per Vanity fair e Il Sole 24 ore. Dell’Arti è uno storico di riconosciuta autorevolezza, specializzato in biografie; ha pubblicato (fra gli altri) L’uomo di fiducia (1999), Il giorno prima del Sessantotto (2008) e l’opera enciclopedica Catalogo dei viventi - 7247 italiani notevoli (2008, riedizione de Catalogo dei viventi - 5062 italiani notevoli, 2006). Tra gli ultimi libri si ricordano: Cavour - Vita dell’uomo che fece l’Italia (2011); Francesco. Non abbiate paura delle tenerezza (2013); I nuovi venuti (2014); Moravia. Sono vivo, sono morto (2015); Bibbia pagana (2016).
Maurizio Primanni
Experienced President with a demonstrated history of working in the financial services industry. Strong entrepreneurship professional skilled in Wealth Management, Private Banking, Fintech, Corporate Finance and Private Equity.
Aldo Di Russo
Laureato in Fisica è entrato nel settore della tecnologia per la produzione di audiovisivi di grandi dimensioni nel settore industriale: Eni, Enel, Rai le più importanti esperienze. Ha prodotto oltre un centinaio di documentari industriali e spettacoli in multivisione in tutto il mondo. Negli ultimi 15 anni si è dedicato alla valorizzazione dei beni culturali, ai musei narranti ed alla creazione di libri interattivi per il settore culturale. Ha vinto molti riconoscimenti. È membro del WAVE LAB dell’Università dell’Egeo, membro di Europeana e membro di Artifactory.
Mario Pacelli
Mario Pacelli è docente di Diritto pubblico nell'Università di Roma La Sapienza, per lunghi anni funzionario della Camera dei deputati. Ha scritto numerosi studi di storia parlamentare, tra cui Le radici di Montecitorio (1984), Bella gente (1992), Interno Montecitorio (2000), Il colle più alto (2017). Collabora con il «Corriere della Sera» e «Il Messaggero».
Alberto Pasquini
Alberto Pasquini nasce a Milano il 20 aprile 1948, studia al Liceo Linguistico Internazionale di Milano, con periodi di approfondimento a Cambridge e Heidelberg. Dal 1973 al 1976 lavora all'ufficio pubblicità, promozioni e PR di Emi Italiana a Milano. Dal 1976 al 1980 è capo ufficio internazionale della Emi Italiana con soggiorni a Los Angeles e Londra. Nel 1981 fonda Creativity, che in pochi anni diventa una delle realtà più innovative nel settore dell'In Store Communication. Nel 1993 dagli USA gli viene offerto l’incarico di aprire la filiale italiana di Popai Europe, e porta in breve l'associazione da 6 a 130 associati. Nel 1996 viene nominato capo di Popai Europe, con sede a Parigi, da dove coordina tutte le sedi europee. Nel 2011 fonda Crea International, promuovendo una metodologia innovativa denominata Physical Brand Design, rivoluzionando il mondo dell'architettura e del design. Ad Aprile 2017 con lui nasce Retail Design Italy, riunendo in un nuovo team esperti visionari fantasticatori retail chiamati "Empathy Concept Designers" altamente qualificati per la loro lunga esperienza nel retail service design che condividono modelli di servizi retail e visioni avanzate di concept innovativi capaci di unire il fisico ed il digitale. La loro metodologia unisce la parte strategica e consulenziale del mondo fisico e digitale. Recentemente Retail Design Italy viene ribrandizzata in “ Excellence Design” nella quale con Pasquini Presidente confluiscono le operatività retail-office e smart working e product design. Excellence Group è ad oggi l’unica realtà italiana che offre al mercato in maniera sinergica ed orizzontale le divisioni: Excellence Consulting-Excellence Innovation-Excellence Education ed Excellence Design.
Antonio Ferraro
Giornalista pubblicista,manager televisivo e cinematografico, produttore, autore è stato più volte nella Commissione Finanziamento Film – Opere Prime e Seconde e Cortometraggi. E’ stato membro del Consiglio Nazionale dello Spettacolo e, nell’ambito della Biennale di Venezia, responsabile – e per tre anni Presidente di giuria - del Premio Film Cooperativo E’ stato Capo-Struttura Programmazione e Acquisto film di Rai Due. Nel febbraio 1995 è Direttore Generale della Sacis, consociata RAI. Successivamente, è responsabile acquisto film per RAI. Nel 1997 assume l’incarico di Coordinatore palinsesti e redazioni cinema di RTI MEDIASET. Nel 1999 è Amministratore Unico di AGER 3, producendo, tra l’altro, la miniserie “Resurrezione” dei fratelli Taviani e vari film. Nel 2000 STREAM lo chiama quale coordinatore per l’acquisto e la programmazione di cinema e fiction. Contemporaneamente è Docente in vari master dell’Università La Sapienza di Roma e della Regione Lazio. Nel 2014 è uscito il suo libro:.. Ma il cinema risolve.
Fabio Galadini
Nel 1990 viene nominato Cultore della Materia presso l’Università di Salerno da Mario Costa (Cattedra di Estetica), entra nel Gruppo di Ricerca sull’Estetica della Comunicazione attivato presso l’Istituto di Filosofia dell’Università di Salerno divenendo membro effettivo nell’ equipe diretta da Mario Costa. Nel 1990 fonda insieme a Daniela Bruni (Consulente Musicale Rai) e Anselmo Cananzi (Ricercatore dell’ Istituto di Sonologia del CNR) il CAST (Centro Arti Scienze e Tecnologie), con tale istituzione realizza attività di ricerca sul rapporto arte e tecnologia. Dal 1993 è Direttore Artistico del CIVITAFESTIVAL (Comune di Civita Castellana), Festival riconosciuto dalla Regione Lazio. Sotto la sua direzione il Civitafestival è divenuto tra i maggiori e prestigiosi festival estivi presenti in Italia, ottenendo successi di pubblico e di critica. Per la XXV edizione (2013) il Festival ha ottenuto il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri registrando circa 16 milioni di contatti sul piano nazionale ed internazionale. Nel 1997, Mario Costa lo indica quale membro di redazione nella rivista da lui diretta, EPIPHANEIA, rivista internazionale di estetica e nuove tecnologie. Nel 1998 entra nel Consiglio di Amministrazione dell’Università Popolare di Viterbo assumendo la carica di Vicepresidente. Dal 2003 al 2006 è Direttore Artistico del settore Musica e Danza al Teatro Unione di Viterbo. Dal 2005 al 2009 è Professore a Contratto presso la Link Campus University of Malta ( Università Statale di Malta in Italia), incaricato di tre insegnamenti al Dipartimento di Performing Art, più precisamente: Estetica, Sociologia della Comunicazione, Storia e Critica del Cinema. Dal 2006 è Direttore Artistico del Teatro Comunale di Sant’Oreste. Fino al 2012 è Assistenze di Mario Costa alla Cattedra di Estetica presso l’Università di Salerno e alla Cattedra di Storia e Metodologia della Critica Letteraria presso l’Istituto Universitario Orientale di Napoli. E’ Professore di Estetica del Cinema all’Accademia del Cinema e della Televisione diretta da Vittori Giacci presso gli Studios di Cinecittà di Roma. E’ Professore di Storia del Teatro presso la Fondazione Eutheca Universty of Wales Cinecittà Campus Roma Dal 2018 è Direttore Artistico del teatro di Teatro Francigena di Capranica
Dom Serafini
Domenico (Dom) Serafini, di Giulianova risiede a New York City ed è
il fondatore, editore e direttore del mensile “VideoAge” e del quotidiano fieristico VideoAge Daily", rivolti ai principali mercati televisivi e cinematografici internazionali. Dopo il diploma di perito industriale, a 18 anni va a continuare gli studi negli Usa e, per finanziarsi, dal 1968 al ’78 ha lavorato come freelance per una decina di riviste in Italia e negli Usa; ottenuta la licenza Fcc di operatore radio, lavora come dj per tre stazioni radio e produce programmi televisivi nel Long Island, NY. Nel 1979 viene nominato direttore della rivista “Television/Radio Age International” di New York City e nell’81 fonda il mensile “VideoAge”. Negli anni successivi crea altre riviste in Spagna, Francia e Italia. Dal ’94 e per 10 anni scrive di televisione su “Il Sole 24 Ore”, poi su “Il Corriere Adriatico” e riviste di settore come “Pubblicità Italia”, “Cinema &Video” e “Millecanali”. Attualmente collabora con “Il Messaggero” di Roma, con “L’Italo-Americano” di Los Angeles”, “Il Cittadino Canadese” di Montreal ed é opinionista del quotidiano “AmericaOggi” di New York. Ha pubblicato numerosi volumi principalmente sui temi dei media e delle comunicazioni, tra cui “La Televisione via Internet” nel 1999. Dal 2002 al 2005, è stato consulente del Ministro delle Comunicazioni italiano nel settore audiovisivo e televisivo internazionale.
Sergio Bellucci, giornalista e scrittore, dirigente politico e manager, ha scritto numerosi editoriali, articoli e saggi sui temi della comunicazione e della società dell'informazione. Membro del Comitato d'Onore dell'Osservatorio Internazionale sull'Audiovisivo e la Multimedialità (OIAM) della Fondazione Roberto Rossellini per l'Audiovisivo. È stato dipendente del gruppo Fininvest dal 1978 e fino al 1993, durante tale periodo ha svolto anche attività sindacale nella CGIL come membro della Segreteria Nazionale della FILIS. Dal 1995 al 2006 è stato responsabile nazionale della Comunicazione per il Partito della Rifondazione Comunista. Dal febbraio del 2013 è direttore del quotidiano Terra e nel 2014 è diventato Presidente della Free Hardware Foundation Nel libro E-work. Lavoro, rete e innovazione analizza l'impatto delle nuove tecnologie digitali sulla vita umana con una particolare attenzione al mondo del lavoro. Secondo le sue analisi, l'avvento del digitale comporterebbe una "nuova organizzazione scientifica del lavoro", definita "taylorismo digitale", attraverso un impiego distorto della rete. Nelle tesi di E-work si prospetta la nascita del "lavoro implicito", il lavoro effettuato obbligatoriamente, senza nessuna retribuzione e attraverso strumentazione a carico del lavoratore, che le piattaforme digitali stanno espandendo nel loro ciclo produttivo. Insieme a Marcello Cini ha scritto “Lo spettro del capitale. Per una critica dell'economia della conoscenza” analisi del cambiamento epocale del capitalismo avvenuto negli ultimi venti anni: il passaggio da un'economia materiale ad un'economia immateriale, che produce un bene intangibile e non mercificabile: la conoscenza.
Giuseppe Farchione
Oltre 30 anni di esperienza in contesti internazionali nei settori: general management, investment banking, corporate finance, venture capital e private equity. Entusiasta e motivato sono sempre pronto ad affrontare nuove sfide, valutare opportunità e collaborare con manager e professionisti qualificati. Ultimi ruoli ricoperti: - Business Ambassador – Italia – Cross Match (società USA leader nel settore della biometria) - Amministratore Delegato e, successivamente, Consigliere di Amministrazione del Gruppo Fas, Logistica e Trasporti - Consigliere di Amministrazione di Sisal S.p.A. e Sisal Group S.p.A. - Senior Advisor to the Board di Sardex S.r.l. (prima società italiana di circuiti di moneta complementare) - Fondatore e Presidente di Umuve/Abile S.r.l., PMI Innovativa nel settore e-commerce e logistica arredo - Sindaco di Marazzi Group S.p.A., quotata alla Borsa di Milano - Amministratore Indipendente di EEMS S.p.A, quotata alla Borsa di Milano - Consigliere d’amministrazione della SmartHub S.r.l. (piattaforma italiana di Equity Crowdfunding autorizzata dalla Consob). - Presidente di Attiva – Industria del Recupero S.p.A., società inhouse del Comune di Pescara - Consulente continuativo di Fondi di Private Equity. - Delegato Regionale Abruzzo, AssoretiPMI - Socio NedCommunity, associazione amministratori indipendenti.
Massimo Pelosi
Dirigente Coop da oltre venti, ha ricoperto diversi incarichi gestionali all’interno di cooperative e di rappresentanza in strutture del movimento. Attualmente si occupa di rapporti istituzionali e territoriali per le cooperative tra consumatori operanti nella Regione Lazio. Membro della direzione nazionale della lega delle cooperative e della presidenza regionale di legacoop. Responsabile del coordinamento del territorio Lazio Nord di Legacoop Lazio (Viterbo, Rieti, Civitavecchia) In passato naturalista e ambientalista professionista: guardiaparco, direttore di riserva naturale, ricercatore Vive nel proprio paese di origine che ama ed in cui svolgo le "funzioni" di padre di un ragazzo di 16 anni Politica ed impegno civico sono state compagne di viaggio in diverse stagioni della sua vita.
Alberto Grimelli
Alberto Grimelli, agronomo e giornalista, nonchè fondatore e anima storica di Teatro Naturale, magazine di agricoltura, alimentazione e ambiente, con una forte impronta olivicola. Specializzatosi in olivicoltura ed elaiotecnica con Master universitario a Pisa, vive e lavora quotidianamente a contatto con la campagna e le sue problematiche. Consulente internazionale in ambito olivicolo-oleario è Accademico ordinario della Accademia Nazionale dell'Olivo e dell'Olio collabora anche con Università e centri di ricerca.

La prossima firma potresti essere tu

 

SEI UN ESPERTO?

 

 

 

Scrivi all’editore di Moondo su [email protected] per poter valutare insieme a te la possibilità di iniziare una collaborazione con il nostro team di esperti e professionisti.